News

MyServier un’applicazione per l’attività di informazione scientifica

L’IMPATTO DELLA PANDEMIA Covid, le nuove esigenze e, soprattutto, un nuovo approccio: non più ‘dare a’
ma ‘fare con’ e ‘fare per’. Elisa Napolitano, Hr&training director, descrive l’impegno del Gruppo Servier in Italia, accostando il welfare aziendale alla responsabilità sociale.

Come sono cambiate le priorità nella gestione HR nell’ultimo anno e mezzo?

In seguito alla pandemia, sono sicuramente cambiati i punti di attenzione nella gestione delle risorse umane: è fondamentale, infatti, la quotidiana messa in campo di azioni finalizzate a salvaguardare la salute delle persone e nello stesso tempo la riorganizzazione del lavoro, che deve essere svolto in totale sicurezza. Dall’inizio dell’emergenza queste sono state e continuano a essere le nostre priorità assolute alle quali si aggiunge il tema importantissimo dell’engagement e della motivazione dei dipendenti. La riflessione che stiamo portando avanti ora si concentra su come gestire questa new normality e come prepararci al futuro.

Qual è l’approccio delle Hr in Servier?

Lo sintetizzo con l’espressione ‘People-In’: l’attenzione nei confronti delle persone è un aspetto cruciale in Servier. In azienda siamo in più di 400 e per me è un piacere conoscere tutti e condividere con loro le decisioni: è la normalità, ed è parte del Dna dell’azienda. Ci ispiriamo a valori molto forti, che mettono le persone davvero al centro. Il tutto si concretizza in investimenti importanti per l’implementazione di progetti di sviluppo dei talenti sia nazionali che internazionali, di percorsi formativi a 360 gradi che prevedono anche grande mobilità, sia in Italia che nelle nostre filiali all’estero, e di progetti innovativi che vengono proposti direttamente dalle nostre persone. Uno dei nostri obiettivi è passare dal ‘dare a’ – tipicamente atteso dalla funzione Hr – al ‘fare con, fare per’ – sicuramente più sfidante ma senz’altro più gratificante.

Quali sono le iniziative più significative che avete messo in campo durante la pandemia? 

Sono davvero molte e sono state rese possibili grazie al supporto tecnico, che ci ha consentito di portare avanti percorsi formativi a tutti i livelli usando piattaforme digitali. Per la nostra rete di informatori scientifici sul territorio è stata lanciata una piattaforma che ha consentito di mantenere i contatti con i medici anche durante le fasi più delicate della pandemia: si tratta di MyServier, un’applicazione di proprietà che ha dato il via a un’evoluzione importante in questa attività di informazione scientifica e che sono sicura aprirà nel futuro nuove opportunità. Abbiamo lavorato, inoltre, sugli aspetti più personali, proponendo un servizio di ‘palestra online’ ma anche un’iniziativa culturale, ‘Il mondo alla finestra’, per scoprire l’arte delle nostre bellissime città e ancora attività di coinvolgimento per i bambini delle nostre famiglie. Insomma abbiamo dato la precedenza a tutto ciò che potesse mantenerci sani, uniti e ingaggiati.

(Stralcio da Fortune Italia – 23 novembre 2021)

La versione originale di questo articolo fa parte del Dossier Welfare 2021, allegato del numero di Fortune Italia di novembre 2021. Il dossier può essere consultato online a questo indirizzo.

Notizie correlate: SERVIER CORPORATE SOCIAL RESPONSABILITY

Bienvenue sur MyServier!

Francia. Servier condannata per il farmaco anti-fame Mediator

Nota: Engagement. Definizione su Glossario Marketing

 

 

 

 

Gli elaborati riportati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni anche soggettive e non necessariamente condivise dalla redazione. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell’autore e/o di chi ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione utili per gli informatori scientifici e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l’argomento trattato, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d’interpretazione. Il materiale reperito in rete, ove non dichiarata già nel sito la dicitura di copyright e i diritti di utilizzo, è stato in buona fede ritenuto di pubblico dominio. Alcuni testi citati o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button