Piemonte. Le Sez. AIISF Torino e Sud Piemonte si rendono disponibili volontariamente ad aiutare e supportare il SSR

Piemonte. Le Sez. AIISF Torino e Sud Piemonte si rendono disponibili volontariamente ad aiutare e supportare il SSR

 

con la presente l’Associazione Informatori Scientifici del Farmaco di Torino e del Sud Piemonte, ben consapevoli dello stato di difficoltà in cui versa l’intero sistema sanitario nazionale a causa dell’ aumento dei contagi in questa seconda fase pandemica e delle problematiche quotidiane che tutti gli operatori sanitari deputati alla tutela della salute pubblica devono affrontare, intendono mettersi a disposizione volontariamente al fine di attuare varie azioni che siano di supporto e sostegno a tutto il sistema sanitario.

Già nella prima fase i nostri colleghi in Emilia Romagna hanno effettuato attività di volontariato in collaborazione con l’Assessorato alla Salute della Regione.

Sappiamo che anche in Umbria le aziende sanitarie e gli uffici di Igiene Pubblica hanno chiesto e i colleghi hanno accettato una collaborazione volontaria che potesse dare un corto respiro a situazioni pesanti che perdurano nel tempo.

A ciò si deve aggiungere che la maggior parte di noi informatori ha una Laurea in Scienze Biologiche o Farmacia, ragion per cui si tratta di persone qualificate che potrebbero venire impiegate in vario modo ad esempio rispondendo ai call center, presidiando i vari check point per il controllo degli accessi oppure nel tracciamento dei contatti.

Stiamo attraversando un periodo storico unico e particolare, per questo se da una parte con il lavoro classico l’informatore si poneva come interlocutore privilegiato del clinico e del farmacista per fornire un valido e costante aggiornamento sui farmaci e sul loro uso appropriato, dall’altra noi ISF siamo anche cittadini che in virtù della nostra costante collaborazione con il SSN, abbiamo le competenze e le capacità per fornire volontariamente un valido supporto a tutti gli operatori del settore.

A ciò si deve aggiungere che noi ISF siamo stati formati dalle nostre aziende farmaceutiche in materia di sicurezza per l’utilizzo dei DPI e per tutte le procedure necessarie al fine della prevenzione e di un ipotetico contagio.

Pertanto ci rendiamo disponibili volontariamente per aiutare dove possibile il SSN ad arginare ed affrontare la pandemia in atto.

Nell’ attesa di un vostro gentile riscontro porgiamo distinti saluti.


Notizie correlate: Covid. Piemonte, gli informatori scientifici scrivono alla Regione: “Abbiamo competenze da mettere a disposizione e siamo disponibili”

 

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!