Portogallo. IF: le sfide di un settore che ha perso in Portogallo 900 professionisti in tre anni

Portogallo. IF: le sfide di un settore che ha perso in Portogallo 900 professionisti in tre anni

 

14/04/2014 rcm pharma


Secondo il rapporto: l’industria farmaceutica in Numbers 1st Edition 2012 APIFARMA tra il 2009 e il 2012 l’industria farmaceutica in Portogallo ha perso circa 900 professionisti. Le cause e le conseguenze di questo saranno gli argomenti di discussione della seconda edizione di Re-Thinking Pharma, il più grande evento nazionale rivolto ai professionisti del settore farmaceutico. L’edizione 2014 si svolge il 15 e 16 maggio presso l’Hotel Aqualuz a Troy e registrazioni può essere fatta in http://www.rethinkingpharma.pt .

Secondo Miguel Santos Silva, capo del Pharma Re-Thinking 2014-2024, una delle sfide pressanti che l’industria farmaceutica è la stabilità e la prevedibilità del funzionamento del settore. "I debiti per l’industria farmaceutica dagli ospedali del Servizio Sanitario Nazionale, gli accordi globali per ridurre le spese e le modifiche legislative contenute nel campo della medicina, introducono instabilità nella pianificazione e organizzazione del settore. Le aziende devono trovare strategie diverse da quelle utilizzate finora per raggiungere un più stabile modello quadro, anche se non del tutto dipenderà di loro. "

Le strategie di internazionalizzazione, investendo in ricerca e sviluppo e le opportunità ei rischi posti dal "era digitale", sono tra i temi evidenziati nel corso della riunione, e le sfide che il contesto economico ha imposto giocatori nella zona.

"La sopravvivenza a lungo termine della base dell’industria nazionale implica un ulteriore sostegno per l’innovazione e lo sviluppo. Trovare il modo per finanziare l’innovazione, la ricerca di partnership con le università per sviluppare nuovi prodotti, cercare partnership con aziende che hanno la capacità finanziaria e il lancio comme

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!