News

Prova di forza del Governo britannico sulla Glaxo

Motivo del contendere definire il costo del vaccino per meningite B, in modo che il farmaco possa essere distribuito anche in Gran Bretagna

23 Mar 2015 – Il MESSAGGERO Economia Finanza

(Teleborsa) – L’azienda farmaceutica GlaxoSmithKline ha detto che vuole concludere al più presto i negoziati con il ministero della Sanità britannico, per definire il costo del suo vaccino per meningite B, in modo che il farmaco possa essere distribuito anche in Gran Bretagna.

”La più grande casa farmaceutica del Regno Unito è impegnata in discussioni attive con il governo” ha detto la portavoce Catherine Hartley. Il segretario alla Salute, Jeremy Hunt, ha detto poi alla BBC di aver già parlato la settimana scorsa con l’amministratore delegato della Glaxo, Andrew Witty, sperando di trovare presto un accordo. La Glaxo, con sede a Brentford, in Inghilterra, ha acquistato il vaccino “Men B” dal produttore farmaceutico svizzero Novartis, l’anno scorso.

Lo stesso vaccino è stato approvato per l’uso negli Stati Uniti e in Europa, ma disaccordi sul prezzo per singola dose ne hanno impedito la diffusione in Gran Bretagna. Il prezzo del vaccino “Men B” è di 75 sterline per ogni singola dose, ma il segretario Hunt ha detto alla BBC che “il giusto prezzo sarebbe di circa 5 sterline a dose”. In Gran Bretagna circa 1.700 persone l’anno contraggono la meningite B, che uccide una persona su dieci colpite. ”Siamo fiduciosi della la nostra proposta, che è nettamente inferiore al prezzo di listino”, ha detto la portavoce Hartley ha detto nella dichiarazione.

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button