Primo Piano

Regione Basilicata. Gli ISF saranno vaccinati nella prima fase se dovessero risultare eventuali giacenze

Riportiamo quella parte del Piano Vaccinale della Regione Basilicata che riguarda il target degli operatori da sottoporre a vaccinazione. Per la lettura integrale del documento cliccare QUI


Oggetto: Misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. Fase2- Piano Vaccinale Anti SARS-COV2/COVID19

 

TARGET

II target della popolazione individuato per la vaccinazione anti SARS-CoV-2/COVID-19 è quello indicato nella predetta nota ministeriale che testualmente cita: ”Considerata la disponibilità iniziale di un numero di dosi limitato, in questa prima fase della campagna di vaccinazione anti- SARS-CoV-2/COVID-19 si opererà con l’obiettivo di massimizzare il risultato, concentrando le risorse sulla protezione del personale dedicato a fronteggiare l’emergenza pandemica e sui soggetti più fragili (operatori sanitari e sociosanitari e del personale ed ospiti dei presidi residenziali per anziani). Con l’aumento della disponibilità di vaccini si procederà con la vaccinazione delle altre categorie a rischio e successivamente alla vaccinazione della popolazione generale (cfr. Piano Strategico per la Vaccinazioneanti-SARS-COV-2/COVID-I9).'”

Pertanto, in base a tali indicazioni sono individuate le seguenti classi di priorità:

1) Personale sanitario e sociosanitario operante nei presidi ospedalieri cominciando dalle UU.OO. di Pronto Soccorso, malattie infettive, Pneumologia, Terapia Intensiva, Reparti Covid, continuando poi con gli operatori sanitari e sociosanitari di tutte le UU.OO. ospedaliere.

2) Personale sanitario e sociosanitario afferente ai Servizi territoriali cominciando da: Emergenza Territoriale Servizio 118), US Covid 19 e Igiene e Sanità Pubblica, continuando successivamente con tutti gli altri operatori sanitari e sociosanitari afferenti a tutti i Servizi territoriali.

3) Personale sanitario, sociosanitario e altro personale addetto all’assistenza nelle RSA e strutture socioassistenziali.

4) Degenti e ospiti di RSA e strutture socioassistenziali.

5) Medici di Medicina Generale e Pediatri di Libera Scelta.

Infine, considerato il numero limitato di vaccini che perverrà in questa regione ed in tutta Italia, come confermato nella recente videoconferenza tra stato e regioni, si precisa che soltanto quando sarà completata la vaccinazione a tutti gli operatori che hanno espresso la propria adesione alla campagna vaccinale appartenenti alle suddette categorie, si potrà procedere alla vaccinazione delle seguenti categorie se dovessero risultare eventuali giacenze.

1) Personale Professionale, Tecnico ed Amministrativo di ASP, ASM, AOR S.Carlo e IRCSS-CROB.

2) Personale esterno (compreso gli informatori farmaceutici) che operano a qualunque titolo presso ASP, ASM, AOR S.Carlo e IRCSS-CROB.

Sarà cura delle Direzioni Generali e Sanitarie garantire l’assoluto ed il rigoroso rispetto delle su indicate priorità.


Nota prot 2342 13A2 del 7 gennaio 2021

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button