Primo Piano

Sen. Castellone. Accolta la richiesta di vaccinare gli ISF in via prioritaria. Saranno inseriti nel nuovo piano vaccinale

La mia richiesta ieri è stata accolta dall'aggiornamento delle categorie e dell'ordine di priorità per le vaccinazioni stilato dal ministero della Salute

Durante la discussione in Senato del decreto Covid, approvato ieri alla Camera, avevo presentato un ordine del giorno in cui chiedevo “il completamento della vaccinazione delle categorie ricomprese nella fase 1, promuovendo la vaccinazione nei soggetti che non hanno ancora aderito alla campagna e avendo cura di includere, nel personale sanitario e sociosanitario, tutti i soggetti che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie”.

La mia richiesta ieri (ndr: 11 marzo) è stata accolta dall’aggiornamento delle categorie e dell’ordine di priorità per le vaccinazioni stilato dal ministero della Salute. Si potrà così procedere a vaccinare, insieme alle categorie individuate, anche gli informatori scientifici del farmaco, i medici e sanitari liberi professionisti, anche tecnici, che operano in presenza presso le strutture sanitarie e sociosanitarie.

Sen. Mariolina Castellone

Nota: Il nuovo Piano vaccini, presentato ieri dal ministro della salute nella conferenza Stato-Regioni, contiene criteri validi per tutto il territorio nazionale ed elimina quindi la discrezionalità finora adottata nelle diverse regioni

Nuovo piano vaccini

Notizie correlate: Emendamento Menga alla Camera: inserire ISF nelle categorie prioritarie di vaccinazione. Respinto

Sen. Castellone. Emendamento ISF ritirato perché trasformato in O.d.G.

Vaccinazione anti Covid ISF. Camera approva Odg a prima firma Menga (M5S). Il Governo valuterà se inserirli tra i destinatari della “Fase 1”.

 

  • il completamento della vaccinazione delle categorie ricomprese nella fase 1, promuovendo la vaccinazione nei soggetti che non hanno ancora aderito alla campagna e avendo cura di includere, nel personale sanitario e sociosanitario, tutti i soggetti che operano in presenza presso strutture sanitarie e sociosanitarie, utilizzando anche vaccini a vettore virale per chi non ha ancora iniziato il ciclo di vaccinazione;

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button