Toscana: solidarietà all’industria farmaceutica

Toscana: solidarietà all’industria farmaceutica

By Giacomo Giannecchini on 2 ottobre 2012

Dalla Toscana è partito un messaggio di solidarietà a Farmindustria e a tutta l’industria farmaceutica nazionale, ad inviarlo è stato Gianfranco Simoncini assessore alle attività produttive. L’aria poco allegra che da qualche tempo circonda il sistema industriale italiano non può far felice nessuno e Farmindustria, in questi mesi, sta organizzando convegni e conferenze per presentare lo stato di grave condizionamento che alcune riforme hanno imposto alla farmaceutica nostrana, e per cercare possibili soluzioni a una situazione che sembra in continuo logoramento. Il prossimo convegno di una certa rilevanza è quello che si sta svolgendo in queste ore a Roma, a cui l’assessore toscano non potrà partecipare per diversi impegni già presi in precedenza. Ma il messaggio di Simoncini è chiaro: “Condivido la preoccupazione di Farmindustria e sindacati per il rischio che il settore farmaceutico possa entrare in crisi per l’entrata in vigore di norme che di fatto penalizzano la farmaceutica italiana rispetto ai prodotti esteri. C’e’ un patrimonio di competenze scientifiche, intellettuali, di ricerca, che ha proprio in Toscana uno dei suoi poli fondamentali, che deve essere salvaguardato e valorizzato. E’ con questa convinzione che l’amministrazione regionale sara’ presente all’incontro

promosso dalla Menarini il 1° ottobre per presentare le difficoltà che i recenti provvedimenti sui farmaci generici rischiano di determinare per l’azienda fiorentina”. La Toscana, quindi non sottovaluta lo stato di difficoltà in cui si trova l’industria farmaceutica e si impegna a creare iniziative a sostegno del settore. D’altronde in Toscana questo tipo d’industria ha un forte impatto sull’economia locale, Menarini ne è soltanto un esempio. Il messaggio dell’assessore toscano rappresenta un segnale molto importante che può aiutare nel creare un tavolo, strettamente necessario, per discutere, senza dogmi, sul futuro della farmaceutica italiana e sui sacrifici richiesti ad un settore che di giorno in giorno sembra accusare sempre più gli effetti delle ultime riforme in materia. Il Governo nazionale dovrà prendere atto di questa solidarietà, e presto, crediamo, arriveranno altre

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!