Truffa sui farmaci, Mylan spa patteggia e risarcisce 1 milione 300 mila euro alla Regione Lombardia

Truffa sui farmaci, Mylan spa patteggia e risarcisce 1 milione 300 mila euro alla Regione Lombardia

Gip: 200 mila euro di sanzione amministrativa. Anche il Gruppo San Donato, che circa un anno fa ha risarcito 10 milioni al Pirellone, dovrebbe chiedere il patteggiamento

Corriere della Sera Milano Cronaca – 7 ottobre 2020

Mylan spa, una delle case farmaceutiche indagate nell’inchiesta della Procura di Milano su una truffa alla Regione Lombardia attraverso la vendita di farmaci da oltre 10 milioni a 9 ospedali del Gruppo San Donato, esce dal procedimento. E lo fa patteggiando una sanzione amministrativa di 200 mila euro e mettendo sul piatto un risarcimento di 1 milione 300 mila euro. Ad accogliere la proposta di patteggiamento avanzata ancora in fase di indagini preliminari dalla causa farmaceutica, assistita dall’avvocato Marco Calleri, è stato mercoledì mattina il gip Carlo Ottone De Marchi.

Gli indagati

Nell’inchiesta sono indagati l’attuale presidente di Snam Nicola Bedin, allora era amministratore delegato pro-tempore dell’ospedale San Raffaele controllato dal Gruppo San Donato, alcuni amministratori e responsabili commerciali di cinque case farmaceutiche coinvolte come persone giuridiche (oltre a Mylan, Novartis, Eli Lilly Italia, Abbvie e Bayer spa) e, inoltre, ci sono un ex capo del’Ufficio acquisti e un ex responsabile dei Servizi farmacia del gruppo ospedaliero. Questi ultimi due lo scorso dicembre sono finiti agli arresti domiciliari, mentre, il mese scorso Novartis Farma è stata destinataria di un provvedimento di sequestro di 2 milioni e 300 mila euro. Infine, anche il Gruppo San Donato, che circa un anno fa ha risarcito 10 milioni al Pirellone, dovrebbe chiedere il patteggiamento.

 

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!