Archivio Storico

Vaccini Novartis: blocco rimosso. Le analisi documentano la qualità

Siena, 5 novembre 2012 – DOPO L’AIFA, anche gli enti regolatori di Canada e Svizzera stanno per decidere la rimozione del blocco dei vaccini antiinfluenzali Novartis. Health Canada (l’agenzia di salute pubblica del Paese) ha completato la sua revisione sulle informazioni di sicurezza sui vaccini Agriflu (Agrippal) e Fluad e sta per rilasciare i due vaccini per uso immediato, mentre la Svizzera ha rimosso il blocco.

Come precauzione, i due prodotti erano stati infatti temporaneamente ritirati dalla distribuzione in Canada la scorsa settimana nelle more degli accertamenti dell’ente. Health Canada ha condotto dei test, valutato i rischi per la salute, rivisto le informazioni dei partner europei e i dati forniti da Novartis, e da nessuna di queste informazioni è emerso un problema di sicurezza. L’agenzia canadese sta ora avvisando gli operatori sanitari che possono iniziare ad usare di nuovo questi vaccini, seguendo le indicazioni prescritte sul loro uso e conservazione. Saranno monitorati gli eventi avversi per rilevare tempestivamente potenziali problemi di sicurezza.Finora non sono state segnalate reazioni avverse.

In Svizzera Swissmedic (l’agenzia per i farmaci) ha revocato l’interruzione della fornitura e dell’impiego dei vaccini antinfluenzali di Novartis, che ha documentato la qualità delle partite fornite in Svizzera e di quelle ancora da fornire. Il 24 ottobre 2012 Swissmedic aveva ordinato l’interruzione della fornitura e dell’impiego dei vaccini Agrippal e Fluad, dopo le segnalazioni dall’Italia di possibili impurità nei vaccini provenienti dall’Italia e destinati alla Svizzera. I documenti inviati a Swissmedic da Novartis provano che le particelle bianche in parte visibili non sono impurità esterne, ma aggregati di normali componenti proteinici del vaccino, che possono formarsi nella fabbricazione del vaccino e che poi si sciolgono con l’applicazione corretta dell’iniezione. Le analisi di Swissmedic hanno confermato la qualità. Tutti gli specialisti dovranno segnalare eventuali effetti indesiderati.

5 novembre 2012 – La Nazione Siena

Vaccini, fiducia in decremento

Secondo una ricerca dell’Ispo, la fiducia degli italiani nei vaccini è scemata. La questione del ritiro dei primi vaccini antinfluenzali ha portato al19% degli italiani diffidenti. Una situazione che, in alcuni casi, può rappresenta

Articoli correlati

Back to top button