News

AIISF Catanzaro a supporto dei medici di base per le vaccinazioni. La lettera delle Sez. AIISF calabresi

Abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta di collaborazione dell’A.I.I.S.F. che prevede un’azione volontaria di supporto ai MMG per ottemperare a tutti gli aspetti burocratici ed amministrativi

Fimmg, pronti all’avvio della campagna di vaccinazione per gli ultra ottantenni

Riunione dei referenti delle Unità Complesse di Cura Primaria della Provincia di Catanzaro

Redazione Catanzaro Informa – 21 febbraio 2021

“Immediato avvio della campagna di vaccinazione anti Covid per gli ultra ottantenni”. E’ la posizione emersa nel corso dell’incontro che si è svolto nella sede Uccp Studio Michelangelo di Lamezia Terme in cui erano presenti i referenti delle Unità Complesse di Cura Primaria della Provincia di Catanzaro: Franca Ferrari per l’Uccp Studio Michelangelo di Lamezia Terme, Gennaro De Nardo per la Uccp Sanità Group di Catanzaro Nord, Antonio Guerra per la Uccp Ippocrate Medical Service di Catanzaro Centro, Domenico Venturi per la Uccp di San Pietro a Maida, Gioacchino Passafari per la Uccp di Borgia,  Luciano Mallamo per la Uccp di Soverato e  Attilio Magisano per la Uccp Casa della Salute di Chiaravalle. I lavori sono stati coordinati dal Segretario provinciale della Fimmg Catanzaro Gennaro De Nardo (nella foto sopra)

(… omissis…)

Tra gli altri aspetti trattati nel corso dell’incontro il segretario provinciale De Nardo evidenzia: “Abbiamo accolto con grande entusiasmo la proposta di collaborazione dell’A.I.I.S.F. (Associazione Italiana Informatori Scientifici del Farmaco) che prevede un’azione volontaria di supporto ai MMG per ottemperare a tutti gli aspetti burocratici ed amministrativi legati alla vaccinazione. Un sostegno utilissimo in quanto consente di abbattere notevolmente i tempi della vaccinazione, raggiungendo risultati più efficaci in termini di copertura”.

“Noi siamo pronti, spetta ora all’Azienda Sanitaria Provinciale – conclude De Nardo – la rapida consegna dei vaccini, secondo i cronoprogrammi stilati dai medici, dei dispositivi di protezione, delle credenziali di accesso alla piattaforma per la registrazione e dell’indicazioni dei punti vaccinali ove si dovranno recare i medici che non potranno effettuare la vaccinazione all’interno dei propri studi”.


L’offerta di collaborazione.


OGGETTO: Proposta Volontariato Informatori Scientifici Del Farmaco aderenti alle 3 sezioni provinciali FED.A.I.I.S.F. presenti in Calabria.

Pregiatissimo Dr Guido Longo,

gli Informatori Scientifici del Farmaco della Regione Calabria rappresentati da questo Coordinamento Regionale della “Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco”, visto l’importante momento storico in cui si stanno mettendo in atto diverse strategie per sconfiggere l’infezione pandemica che sta mettendo a dura prova la tenuta del Sistema Sanitario Regionale, al pari e accanto alle altre figure professionali che operano nel comparto della sanità, intendono mettere al servizio della collettività le loro competenze professionali che attengono al campo della Medicina, della Biologia, della Farmacologia e della Chimica.

Gli Informatori Scientifici sono figure qualificate, formate in ambito universitario e adeguatamente istruite dalle rispettive aziende farmaceutiche anche sull’adozione e rispetto di tutte le procedure in tema di sicurezza, ivi compresa la sanificazione degli ambienti in cui operano e dei mezzi con cui espletano il proprio lavoro.

Per quanto sopra esposto, gli ISF potrebbero essere impiegate presso i call center dedicati, nei vari check point allestiti per il controllo degli accessi, nel tracciamento dei contatti ed in tutte le operazioni amministrative propedeutiche alla vaccinazione.

Già nella prima fase i nostri colleghi dell’Emilia Romagna hanno espletato attività di volontariato in collaborazione con l’assessorato alla salute della Regione; sappiamo che anche in Umbria le aziende sanitarie hanno richiesto, e i colleghi hanno accettato, una collaborazione volontaria che potesse alleviare l’improvviso sovraccarico sul SSR umbro. Ci rendiamo conto che stiamo attraversando un periodo storico forse unico nel suo genere (e speriamo che tale rimanga); per questo, se da una parte con il lavoro “classico” l’informatore si poneva come interlocutore privilegiato del clinico e del farmacista per fornire un valido e costante aggiornamento soprattutto per l’uso appropriato dei farmaci, dall’altra gli ISF sono anche e soprattutto cittadini che in virtù della loro costante collaborazione con il SSN hanno le competenze e le capacità per fornire anche volontariamente un valido supporto a tutti gli operatori del settore.

Ciò premesso, gli ISF Calabresi intendono offrire, su base volontaria, la loro collaborazione al SSR e a tutte le sue sottostrutture perché possa essere massimamente arginata la pandemia da Sars-Cov-2 in atto.

Rimanendo a disposizione per qualsivoglia esigenza di codesto spettabile Dipartimento, che rientri nelle nostre competenze, si inviano i più cordiali saluti.

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button