Argentina. Da chi è formata la mafia farmaceutica?

Argentina. Da chi è formata la mafia farmaceutica?

Il collegamento delle aziende per effettuare le manovre di corruzione sono il “Gli agenti di propaganda medica” (APM), meglio conosciuti come i Informatori Scientifici. “Gli APM vanno a vedere i medici, che classificano, e danno loro un rimborso per prescrizione”

Norma Estela Ferreyra (BAROMETRO INTERNATIONAL, per ARGENPRESS.info)

La mafia medica è il titolo del libro che è costato, al medico Ghislaine Lanctot, la revoca della sua licenza di praticare la medicina, per aver rivelato pubblicamente che a scale diverse e con differenti implicazioni sia per l’industria farmaceutica che per i responsabili politici, le grandi aziende, ospedali, assicurazioni, agenzie per i medicinali, scuole mediche, medici stessi, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) – il Ministero della Salute delle Nazioni Unite –  e il governo ombra mondiale, hanno creato questa mafia, basata sullo sfruttamento delle malattie, a beneficio dell’industria farmaceutica.

A questo proposito, vorrei aggiungere a questa lista, gli informatori scientifici e lo stesso paziente, che mantengono un atteggiamento di sottomissione a tale corruzione.

Alcuni dati pubblicati rivista Notizie nel 2008, parlano da soli dei loro guadagni:

 

“Gli affari delle maggiori case farmaceutiche includono azioni da crimine organizzato”Secondo il danese Peter Gøtzsche, professore di medicina e farmacologia clinica presso l’Università di Copenhagen, autore di “Farmaci che uccidono e la criminalità organizzata” Quasi 200.000 pazienti muoiono ogni anno. A causa dei farmaci negli Stati Uniti, dopo le malattie cardiovascolari e il cancro. È stato paragonato alla criminalità organizzata farmaceutica perché “estorce, commette frodi, viola la legge e pratica menzogne. Gøtzsche critica le mammografie sistematiche, perché, a suo avviso, generano più male che bene e assicura che due su tre tumori al seno che vengono rilevati sono false e causano alle donne la chemioterapia e un trattamento con significativi effetti collaterali.

L’esperto critica antipsicotici e antidepressivi, di cui ha detto che “dovrebbe essere vietato negli adolescenti e giovani.” Nel caso di Prozac, Lab Lilly, il cui principio attivo è la fluoxetina, è un farmaco “nefasto”, dice Peter Gotzsche, nel suo libro “Farmaci che uccidono …” ed è anche un farmaco di qualità molto scarsa, del tutto insufficiente per il trattamento di depressione “.

E come le aziende gestiscono i medici?

Attraverso gli “incentivi”, come vacanze pagate, elettrodomestici, vestiti, automobili e persino con denaro contante.

Come è il giro e da chi è mosso?

Di questo, i medici non vogliono parlare, ma è cosa reale e conosciuto da da tutti. Un ex direttore di un ospedale della contea di Mendocino, riferì la seguente nota ad un giornale: “Sono molto pochi i medici che non accettano gli incentivi,” per cui non si parla di questo. Ci sono specialità in cui è impossibile non essere tentati da aziende di primo livello come Roemmers, Roche, GlaxoSmithKline, Gàdor e Bago “Se organizzano importanti congressi nazionali e internazionali, sono invitati dalle aziende, dove illustri professionisti parlano delle meraviglie del farmaco in questione. Comunque congressi, no pay, e regalano elettrodomestici, vestiti, automobili e persino denaro contante ai medici in cambio delle prescrizioni dei loro prodotti farmaceutici.

Il collegamento per effettuare la manovra sono il “Gli agenti di propaganda medica” (APM), meglio conosciuti come i Informatori Scientifici. “Gli APM vanno a vedere i medici, che iniziano a classificare e danno loro un rimborso per prescrizione” ammette alla MDZ, Marcelo Peretta, capo del Sindacato Argentino prodotti farmaceutici e biochimici (SAFyB). Si fanno poi quadrare i conti a fine mese, e il medico percepisce effettivamente i contanti. Questa è una pratica abbastanza recente, dal momento che fino ad ora i dati vengono acquisiti via computer, e ricompensati con viaggi o altri beni materiali. E ‘chiaro che non va a il Congresso ogni settimana, ma poi i medici iniziano a chiedere soldi. Nessun addebito, fino a che le aziende fanno una classifica di prescrizioni e prescrittori.

E come fanno le aziende a conoscere quello che i medici prescrivono?

Ci sono aziende impegnate nel marketing farmaceutico come Internazionale Marketing Servizi (IMS) health. Quest’ultima è dedicata alla raccolta dati delle prescrizioni e li mette in un libro che viene poi venduto alle aziende a prezzi enormi. Non c’è alcun importo stabilito, un medico può addebitare $ 5000 o $ 50.000; dipende da molti fattori. Dipende anche dov’è il medico, il numero di pazienti che frequentano la sua specialità. C’è una buona rivista che alcuni anni fa parlò molto di questo.

AAPM homenajeó a visitadores médicos desaparecidosDa parte sua, José Charreau, segretario di Azione Sociale dell’Associazione degli Agenti di Propaganda Medica, concorda sul fatto che queste imprese “avevano guadagni straordinari, per questo hanno i soldi per i medici per raggiungere prescrizioni più elevate “.

Conclusioni: Nel mio paese, si può vedere chiaramente che i professionisti medici evadono le tasse, spudoratamente, quando nel loro studio privato, di solito non emettono le fatture per le consultazioni, come altri professionisti, che oggi sono irrilevanti. E se si confronta la persecuzione con altri lavoratori, possiamo dire che c’è una tolleranza insolita, che ci porta a riflettere sulle ingiustizie, nei controlli delle agenzie governative.

Rispetta alle prestazioni degli informatori medici, devo dire che non hanno altra funzione che come emissari di tangenti ai medici, dal momento che tutte le altre funzioni, come la fornitura di pseudo informazioni sui nuovi farmaci, possano essere raccolti da Internet, dallo stesso professionista.

Come lo stato permette queste pratiche? Perché non vietare tali inutili attività e impiega agenti propaganda medica per controllare nei loro contributi fiscali i medici? Oppure, perché non utilizzare i servizi di Marqueting Health o Primo piano (IMS), per seguirli e quindi sapere se tali prescrizioni sono per visite dichiarate o in nero? Perché il paziente non si difende dai medici corrotti? Perché lo Stato è autorizzato ad agire per l’industria farmaceutica? Lascio le domande.

Notizia correlata: El negocio detrás de las recetas

 

Asociación Agentes de Propaganda Médica de la República Argentina

Notizia correlata: La mafia farmaceutica e gli inventori di malattie

Related posts