Archivio Storico

CON BOUTY HEALTHCARE LA PILLOLA NON VA PIÙ GIÙ

 

Finita l’era dei medicinali presi per bocca o per via endovenosa, in futuro i principi attivi verranno veicolati con speciali «cerotti».

A oltre 100 anni di storia, ma sta per lanciare un prodotto altamente innovativo nel panorama dell’industria farmaceutica italiana. Il gruppo Bouty Healthcare, quotato dallo scorso ottobre al segmento Expandi di Borsa Italiana, ha messo a punto una tecnologia che potrebbe rivoluzionare il modo di utilizzo dei farmaci. Invece delle classiche pillole o fialette, in futuro si potranno usare delle «cartine» che, appoggiate direttamente sulla lingua, consentiranno al principio attivo di essere immediatamente assimilato, senza rischi per l’organismo. «Abbiamo già ricevuto il via libera del ministero della Sanità per l’uso di questo brevetto» dice a Economy Lorenzo Castellini , presidente di Bouty, «e abbiamo già un paio di contratti pronti, ma crediamo molto alla crescita di questo prodotto». Il gruppo, inoltre, ha anche testato una tecnologia sofisticata che permette di spalmare i principi attivi direttamente su dei particolari cerotti, un’applicazione transdermica che sta attirando l’attenzione del mondo farmaceutico. Ma il gruppo è attivo anche in settori più tradizionali, come quello dei kit per analisi cliniche, che completerà a breve con il lancio di un macchinario per le diagnosi automatiche delle malattie infettive e autoimmuni. «Con i proventi dell’Ipo ( circa 15 milioni di euro , ndr) stiamo guardando all’estero per delle acquisizioni» aggiunge Castellini, che ha un buon proposito per il 2008: passare al segmento Star. 
Economy del 10/01/2008 , articolo di MIKOL BELLUZZI  N. 3 – 16 GENNAIO 2008  p. 10  

Articoli correlati

Back to top button