News

Covid, Bartoletti (Fimmg): sessantenni i più restii a vaccinarsi.

Da medici base decine telefonate al dì per spiegare importanza

Nella categoria degli ultra ottantenni «sono rimaste poche persone non vaccinate, alcuni non si sono vaccinati per motivi concomitanti di salute, quelli più restii sono i 60enni». A spiegarlo è Pier Luigi Bartoletti, vicesegretario Fimmg (Federazione italiana medici di medicina generale), intervenuto ai microfoni della trasmissione «Rotocalco 264» su Cusano Italia Tv.

«Spesso -aggiunge -sono persone che non hanno avuto un’esperienza né diretta né indiretta con il Covid, magari hanno avuto informazioni non vere sulla reale gravità della malattia: chi ha vissuto un’esperienza del genere il vaccino lo fa subito. Riscontro invece grande voglia di vaccinarsi nei giovani, forse anche perché vogliono viaggiare».

«I medici di base-ha proseguito Bartoletti- fanno decine di telefonate al giorno per spiegare alle persone che non si sono vaccinate che è il caso che si vaccinino per evitare che possano avere dei problemi seri».

Sulla disponibilità dei vaccini per i medici di base il vicesegretario Fimmg ha sottolineato che «la situazione si è stabilizzata ed è molto migliorata, anche se sembra che da questa settimana potrebbero verificarsi nuove difficoltà di approvvigionamento».

Fonte Ansa

Fimmg – 6 luglio 2021

Notizie correlate: Conseguenze del rifiuto di vaccinazione anti Covid-19 dopo il D.L. 44/2021

Come fare con chi non vuole vaccinarsi

Vaccini in tempo reale

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco