News

È online il Rapporto sulle attività di AIFA nell’emergenza COVID-19. L’informazione indipendente per una nuova cultura del farmaco

Il Rapporto “AIFA nell’emergenza COVID-19” ripercorre le attività salienti svolte nel corso della pandemia, da quelle eccezionali dovute ai nuovi e inediti compiti cui l’Agenzia ha dovuto far fronte nell’emergenza, a quelle altrettanto significative che rientrano nelle funzioni tipiche di AIFA e che ne fanno un unicum nel panorama internazionale: dall’autorizzazione di nuovi farmaci al governo della spesa farmaceutica; dal monitoraggio dell’uso nella pratica clinica alla vigilanza su efficacia, qualità e sicurezza dei prodotti in commercio; dall’impegno a garantire i farmaci essenziali e le terapie innovative al contrasto alle carenze di medicinali; dal consolidamento del ruolo internazionale alla promozione dell’informazione e della ricerca clinica indipendente.

Nel corso della pandemia, l’Agenzia, con il supporto della sua Commissione Tecnico-Scientifica (CTS), è stata chiamata a valutare tutte le sperimentazioni cliniche sui medicinali per il COVID-19 e ha favorito, regolamentato e vigilato l’accesso alle terapie potenzialmente utili. Ha gestito l’improvvisa carenza di alcuni farmaci negli ospedali e sul territorio. È stata coinvolta attivamente nella partecipazione dell’Italia ai programmi di acquisto congiunto di farmaci e vaccini avviati dalla Commissione UE per conto degli Stati interessati. Ha autorizzato con rigore e tempestività farmaci e vaccini e monitorato il loro uso e i loro effetti nella pratica clinica.

Un periodo storico straordinario che il Rapporto prova a raccontare condensando in numeri le molteplici attività dei suoi uffici.

“A proposito di straordinarietà delle procedure – ha sottolineato tra l’altro il Direttore Generale Nicola Magrini nell’introduzione al volume – è per me motivo di gratitudine e insieme orgoglio rivendicare qui l’impegno profuso da tutte le strutture dell’Agenzia nel garantire il più rapido accesso a farmaci e vaccini anti-COVID-19 efficaci e sicuri, in costante collegamento col Ministero e le altre componenti del Servizio Sanitario Nazionale, col ricorso a modalità operative del tutto nuove, quali, in maniera esemplare, le continue riunioni della Commissione Tecnico-Scientifica di AIFA, chiamata a valutare tutti i protocolli degli studi clinici sviluppati durante la pandemia”.

AIFA – Pubblicato il: 18 novembre 2022

Rapporto “AIFA nell’emergenza COVID-19″


Il contrasto alle fake-news: la sezione informativa del portale, i comunicati stampa e le FAQ sui vaccini

Dall’inizio della pandemia l’Agenzia ha fronteggiato l’infodemia alimentata dall’incertezza sulle terapie da adottare nel trattamento della malattia da COVID-19. AIFA è intervenuta costantemente, con interviste, partecipazioni a programmi TV, comunicazioni e aggiornamenti sul portale istituzionale, creando rapidamente una sezione del sito dedicata all’emergenza sanitaria, divenuta presto un punto di riferimento per clinici, ricercatori, professionisti dell’informazione e cittadini interessati a informazioni qualificate, validate e aggiornate. L’avvio del portale in lingua inglese, con la traduzione dei principali contenuti pubblicati, ha consentito una più ampia condivisione dei dati e delle informazioni a livello internazionale.

Diversi sono stati i casi che hanno richiesto l’intervento di AIFA per restituire fondamento scientifico alle notizie che circolavano sui media mainstream e in Rete: le presunte interferenze tra farmaci di uso comune utilizzati per malattie acute o croniche (anti- infiammatori come l’ibuprofene e anti-ipertensivi come i sartani) e l’evoluzione dell’infezione da COVID-19; il presunto effetto dei farmaci anti-ipertensivi (ACE inibitori e sartani) sulla trasmissione e l’evoluzione della malattia; le prime informazioni sull’efficacia di alcuni farmaci impiegati al di fuori delle indicazioni terapeutiche (tocilizumab, idrossiclorochina, plasma iperimmune).

Con l’avvio degli studi clinici e l’approvazione dei primi vaccini e farmaci, tutte le informazioni disponibili sono state pubblicate sul portale e sono state realizzate FAQ tematiche sui vaccini, ampliate in seguito e aggiornate alla luce delle nuove evidenze e delle decisioni assunte dalle autorità sanitarie nazionali.

www.aifa.gov.it/domande-e-risposte-su-vaccini-covid-19


AIFA e l’informazione scientifica

L’informazione indipendente per una nuova cultura del farmaco

Lo  sforzo dell’Agenzia è stato mirato a fornire un’informazione costante, trasparente e accessibile sui temi l

egati ai farmaci e ai vaccini per il COVID-19, avendo come perno il rinnovato portale istituzionale e valorizzando il ruolo e la presenza istituzionale di AIFA sui media tradizionali e sui canali social.

Altre attività di informazione e comunicazione sono state condotte su temi specifici, in particolare sull’uso degli antibiotici e sull’antibiotico-resistenza.

L’esigenza di promuovere l’informazione indipendente sui farmaci anche attraverso progetti mirati, diffusi sul territorio e coordinati dall’Agenzia, ha portato all’avvio di un’attività propedeutica al lancio di un apposito bando AIFA per il finanziamento di un progetto di portata nazionale, pubblicato a maggio 2022 e in fase di valutazione al momento della chiusura del presente Rapporto.

Il Consiglio di Amministrazione dell’Agenzia ha autorizzato infatti l’utilizzo di 5 milioni di euro nell’ambito dei fondi previsti dall’Accordo Stato-Regioni del 6 giugno 2019 (per gli anni 2015, 2016 e 2017), che definisce gli indirizzi per la realizzazione di un programma di farmacovigilanza attiva attraverso la stipula di convenzioni tra l’AIFA e le singole Regioni.

L’obiettivo del bando è appunto quello di favorire la creazione di un network tra istituzioni centrali, regionali e operatori del settore dell’informazione scientifica che permetta la realizzazione di progetti condivisi di sensibilizzazione e informazione su efficacia, sicurezza e appropriatezza d’uso di farmaci e vaccini. Gli ambiti individuati dall’Agenzia come prioritari sono la pediatria, l’oncologia, le malattie croniche e l’antibiotico-resistenza.

Il portale AIFA, punto di riferimento informativo nell’emergenza COVID-19

Il portale AIFA è stato un punto di riferimento per le informazioni sui farmaci e i vaccini anti-COVID-19, con aggiornamenti costanti dei contenuti, dei rapporti e delle FAQ e con la pubblicazione di dati in formato aperto e interattivo. Nel 2021 le visite al portale hanno superato i 19 milioni, con oltre 36 milioni di pagine viste, a dimostrazione del grande rilievo che i contenuti pubblicati su farmaci e vaccini per il COVID-19 hanno avuto nell’ambito dell’emergenza pandemica. Per rispondere ai bisogni informativi di una platea sempre più ampia di utenti, con informazioni complete e accessibili, l’Agenzia ha inaugurato nel 2020 anche la versione in lingua inglese del portale istituzionale, grazie alla quale offre uno strumento in più agli stakeholder e agli utenti internazionali che desiderano aggiornarsi sulle attività dell’AIFA. Nel biennio 2020-21 sono state oltre 6.200 le pubblicazioni (e gli aggiornamenti) di contenuti e per tutti i più rilevanti l’Agenzia ha reso disponibile anche la versione in lingua inglese.

Nel corso del 2021 l’Agenzia ha inoltre sviluppato nuove funzionalità del portale per una maggiore trasparenza e facilità di accesso alle informazioni. Il sito rinnovato offre contenuti in modo più coerente ed efficace e con la tecnologia responsive è migliorata la consultazione attraverso i dispositivi mobili.

Un’intera area del sito è dedicata ai “Dati AIFA”, accessibili gratuitamente e disponibili con licenza di distribuzione, che permette a terzi di distribuire, modificare e utilizzare i dati citando la fonte.

Il sito AIFA è progettato e realizzato nel pieno rispetto dei requisiti tecnici e delle disposizioni normative volte a favorire l’accesso dei soggetti che utilizzano tecnologie assistive.

 

Le iniziative di promozione del corretto uso dei farmaci: il programma OPERA

“Meno antibiotici, più efficaci” è il tema della campagna social sull’antibiotico-resistenza condotta da AIFA nel 2020 per promuovere un uso consapevole di questi medicinali nella popolazione generale. Materiali informativi con consigli e messaggi utili sono stati condivisi dall’Agenzia sui canali social, attraverso spot su YouTube, FAQ e cartoline su Facebook, Twitter e LinkedIn che hanno diffuso il messaggio chiave della campagna: usare meno antibiotici oggi vuol dire avere antibiotici più efficaci domani.

Sull’antibiotico-resistenza l’Agenzia ha attivato un gruppo di lavoro (denominato AIFA- OPERA, Ottimizzazione della PrEscRizione Antibiotica) che si avvale di alcuni tra i maggiori esperti nazionali di antibiotici e resistenze e che ha il compito di supportare l’AIFA nel favorire gli usi ottimali e specifici degli antibiotici per preservarne l’efficacia e ridurre l’insorgenza di resistenze. Un tema quanto mai urgente nel corso della pandemia da SARS-CoV-2.

Il programma di attività del gruppo di lavoro si articola in differenti iniziative con obiettivi raggiungibili nel breve (6-12 mesi) e nel lungo periodo (prossimi 3-5 anni).

Obiettivi a breve termine sono lo sviluppo di raccomandazioni basate sulle migliori evidenze scientifiche di terapia antibiotica delle infezioni, sia per le strutture ospedaliere che per i medici di medicina generale, e il rafforzamento dei sistemi di monitoraggio degli antibiotici.

Obiettivi a lungo termine sono lo sviluppo di una serie di azioni coerenti, dalle campagne di sensibilizzazione all’organizzazione di un network di centri di eccellenza per supportare le attività di AIFA-OPERA in termini di formazione e ricerca.

Consapevole dell’importante sfida che questi interventi rappresentano, l’Agenzia intende fornire il massimo supporto scientifico a prescrittori, operatori sanitari, cittadini e decisori politici, per diffondere la cultura dell’uso ottimale e responsabile degli antibiotici.

(pag. 23 e seguenti del Rapporto)

Notizie correlate: Attivazione AIFA-OPERA

Nota: OPERA acronimo di Ottimizzazione della PrEscRizione Antibiotica

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco