News

Generici. L’approvvigionamento farmaceutico in Europa al massimo livello di criticità

Facilitare la produzione sostenibile di principi attivi farmaceutici e medicinali nell’UE

Le priorità politiche delineate da Elisabeth Stampa (Medichem), nuovo presidente di Medicines for Europe

Egualia – 7 marzo 2022

«Il conflitto in Ucraina che fa seguito a due anni di pandemia di Covid-19 mette ancora più in risalto la necessità di garantire un migliore accesso dei pazienti ai farmaci e di ripristinare la sicurezza dell’approvvigionamento farmaceutico in Europa, oggi più critico che mai».

Ad affermarlo è Elisabeth Stampa (CEO di Medichem SA), nuovo presidente di Medicines for Europe, l’associazione che rappresenta le industrie dei medicinali generici, biosimilari e a valore aggiunto in tutta Europa, con oltre 400 stabilimenti di produzione, 126 siti di ricerca e sviluppo e 190mila addetti.

«Sette medicinali su dieci dispensati in Europa non sono coperti da brevetto: il contributo del nostro settore al sistema sanitario europeo è stato e resta fondamentale – prosegue la Stampa -. Mentre i sistemi sanitari iniziano a riprendersi dalla pandemia, una nuova crisi minaccia la stabilità e la sicurezza dell’approvvigionamento di medicinali in Europa. Ciò accresce l’urgenza di coordinare l’azione dell’UE sui medicinali essenziali e sull’accesso alle cure, traducendo le dichiarazioni politiche in una vera riforma politica».

Queste – secondo il neo-presidente – le priorità politiche chiave, che richiedono un’azione urgente dell’UE nell’anno che dovrebbe vedere la messa a terra della pharma strategy:

1. facilitare la produzione sostenibile di principi attivi farmaceutici e medicinali nell’UE per garantire forniture ai pazienti e ai sistemi sanitari in Europa;

2. garantire la competitività del settore europeo dei medicinali e dei principi attivi fuori brevetto e un sistema di regolamentazione flessibile e digitale che faciliti l’accesso tempestivo per i pazienti;

3. sostenere la trasformazione verde della produzione di settore.


Note:

I recenti “incidenti” di qualità riguardanti le API (principi attivi e intermedi) provenienti dalla Cina e dall’India (casi di contaminazione da nitrosamina) hanno sollevato dubbi sul fatto che il sistema di autocertificazione o certificazione del Paese di provenienza scritta fornisca garanzie sufficienti che le API importate siano fabbricate conformemente alle norme GMP.

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button