News

Il nuovo ministro apre alla Regione: “Giusto razionalizzare la spesa farmaceutica”

Modelli organizzativi più efficaci, essenziali per generare risparmi e liberare risorse da reinvestire nel servizio sanitario

Modelli organizzativi più efficaci, essenziali per generare risparmi e quindi liberare risorse da reinvestire nel servizio sanitario. La strategia è stata delineata dal nuovo ministro della Salute, Giulia Grillo, in risposta alla presa di posizione della Regione: tra l’altro, si tratta del primo contatto tra l’esponente del Governo giallo-verde con il Piemonte.

Il discorso rimanda alla recente sentenza del Tribunale di Torino che ha respinto il ricorso di una grande multinazionale farmaceutica avallando la decisione della Regione: cioè la possibilità di ridurre il costo dei farmaci, anche in caso di gare già aggiudicate, livellandolo a quello di nuovi prodotti equivalenti sbarcati sul mercato.

La posizione del ministro  

Scelta validata dai giudici e sostenuta dal nuovo ministro. Una linea, precisa Giulia Grillo nella lettera inviata oggi (venerdì 8 giugno) alla Regione, che va «nella direzione riportata dal Presidente del Consiglio in occasione del suo discorso di insediamento: ha sottolineato la volontà del Governo di lavorare d’intesa con le regioni e le province autonome per implementare modelli organizzativi più efficaci rispetto a quanto avviane attualmente».

«Nuova governance»

A seguire, il prossimo impegno: «Sarà mia cura organizzare al più presto con il coordinatore delle Regioni in Commissione salute un confronto e affrontare tutte le tematiche aperte in Conferenza Stato-Regioni tra cui la definizione della prossima governance della farmaceutica, argomento previsto nel contratto di Governo del quale faccio parte e rinviato più volte dal passato esecutivo».

Notizie correlate: Farmaci, le Regioni possono abbassare i prezzi dopo l’aggiudicazione delle gare

Parafarmacie. Lpi a Grillo: “Bene aperture ministra su liberalizzazione fascia C. Ecco il nostro dossier”

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button
Fedaiisf Federazione delle Associazioni Italiane degli Informatori Scientifici del Farmaco e del Parafarmaco