Lettere alla Redazione. ISF con contratto da metalmeccanico

Lettere alla Redazione. ISF con contratto da metalmeccanico

Ci scrive un nostro lettore:

Sono un giovane neolaureato in farmacia che a breve dovrà affrontare un colloquio di lavoro per la posizione di informatore scientifico. 

La proposta offre, oltre a vari benefits quali macchina aziendale e rimborsi spese, un contratto al 4 livello del CCNL dei Metalmeccanici. 

Volevo chiedervi se è possibile/legittimo che non venga applicato il CCNL del chimico-farmaceutico e se, in caso dovessi risultare il candidato ideale, ci siano margini (secondo le vostre esperienze) per negoziare il contratto.

Grazie per l’attenzione

Cordiali Saluti

(lettera firmata)


Egr. lettore, credevamo nella nostra ormai lunga attività di Informatori Scientifici del Farmaco (ISF) di averne sentite di tutti i colori, ma che un ISF potesse essere assunto con il CCNL dei metalmeccanici è veramente nuova!

Per inquadrare correttamente la questione è bene rammentare preventivamente che nel nostro ordinamento non vi è alcun obbligo da parte del datore di lavoro, non iscritto ad una organizzazione datoriale firmataria di un contratto collettivo, di applicare il CCNL del settore merceologico in cui l’impresa opera, né sussiste il dovere di applicare “un” contratto collettivo; sussiste però l’obbligo di riconoscere ai lavoratori una retribuzione non inferiore ai minimi tabellari del CCNL di settore, in virtù della norma costituzionale che riconosce ad ogni lavoratore il diritto ad una retribuzione “proporzionata alla quantità e qualità del suo lavoro e in ogni caso sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa” (art. 36 Cost.). In sostanza, secondo l’interpretazione comune, il contratto collettivo del settore stabilisce il parametro minimo retributivo a prescindere dal fatto che il datore di lavoro vi aderisca o meno.

Con una recente sentenza, il Tribunale di Torino (sentenza 1743/2017) ha giustamente stabilito che “il potere di recesso da un CCNL non spetta al singolo datore di lavoro (che non ne è parte contraente), ma unicamente alle associazioni sindacali e datoriali che lo hanno sottoscritto, sicché, se l’imprenditore, nel nostro caso, è iscritto alla stipulante Farmindustria, il recesso deve considerarsi illegittimo e parimenti illegittimo è da ritenersi il maldestro tentativo di applicare unilateralmente un CCNL diverso da quello firmato dall’associazione di appartenenza”.

Un ISF, la cui attività è regolamentata dal D.Lgs. 219/06, deve essere assunto al livello B2 del CCNL dei chimici. Al limite, appena assunto, può essere provvisoriamente inquadrato al livello C1 o C2.

Finora ci risultava che ci fossero aziende farmaceutiche che assumono ISF applicando il contratto nazionale del commercio (terziario), evidentemente illegale applicato a lavoratori del settore chimico farmaceutico, oltremodo illegale è applicare il CCNL dei metalmeccanici (con tutto ciò che ne consegue).

Ci riserviamo il giudizio su questa vicenda perché ci porterebbe ad espressioni molto offensive per chi fa impunemente queste cose.

La Redazione Fedaiisf

Notizie correlate: Tribunale Ordinario di Torino, sentenza n. 1743/2016


4ª categoria – quarto livello metalmeccanici

In base alla declaratoria del contratto metalmeccanici, il 4 livello del CCNL Metalmeccanici industria, chiamato 4° categoria ha la seguente declaratoria:

Appartengono a questa categoria:

– i lavoratori qualificati che svolgono attività per l’esecuzione delle quali si richiedono: cognizioni tecnico-pratiche inerenti alla tecnologia del lavoro ed alla interpretazione del disegno, conseguite in istituti professionali o mediante istruzione equivalente, ovvero particolari capacità e abilità conseguite mediante il necessario tirocinio. Tali lavoratori devono compiere con perizia i lavori loro affidati inerenti alla propria specialità e richiedenti le caratteristiche professionali sopra indicate;

– i lavoratori che, senza possedere il requisito di cui all’alinea seguente, guidano e controllano con apporto di competenza tecnico-pratica un gruppo di altri lavoratori, ma senza iniziativa per la condotta ed il risultato delle lavorazioni;

– i lavoratori che, con specifica collaborazione, svolgono attività di semplice coordinamento e controllo di carattere tecnico o amministrativo o attività esecutive di particolare rilievo rispetto a quelle previste per la categoria precedente.

Poi per questo livello il CCNL elenca un mansionario comprensivo di descrizione della mansione stessa:

Quarto livello metalmeccanico: calcolo stipendio netto. I lavoratori del quarto livello metalmeccanici percepiscono uno stipendio mensile di 1.658,94 euro lordi. Il 9,19% (pari a 152,45 euro) viene trattenuto in busta paga come contributi previdenziali e sulla differenza (1.506,48 euro) il lavoratore pagherà la tassazione Irpef. L’imposta lorda, considerato che il reddito annuo è circa 19.600 euro circa, è pari al 23% fino a 15.000 euro e del 27% oltre 15.000 euro e fino a 28.000 euro, ma il lavoratore ha diritto alla detrazione per lavoro dipendente ed eventuali altre detrazioni per familiari a carico. Lo stipendio netto è di circa 1.285 euro per tredici mensilità, incluso gli 80 euro di bonus Renzi. Il dato è indicativo.

 

Related posts