Portici (NA). Focolaio Covid in casa di Riposo. Due vittime. Solidarietà di farmacisti e ISF

Portici (NA). Focolaio Covid in casa di Riposo. Due vittime. Solidarietà di farmacisti e ISF

Nella cittadina della provincia di Napoli, nei giorni scorsi era emerso un focolaio con 57 positivi al coronavirus, 41 pazienti e 16 dipendenti, della casa di riposo Pio XII di Portici: due anziani che alloggiavano presso la struttura sono purtroppo deceduti

Soltanto una delle vittime però, una donna di 95 anni, era stata contagiata dal Sars-Cov-2, mentre l’altra, un uomo anziano, nonostante non avesse contratto il virus, era stato comunque ricoverato in ospedale per l’insorgere di alcune patologie.

L’anziana deceduta è risultata negativa al primo screening effettuato a seguito della scoperta del primo caso positivo nella casa di cura. Purtroppo anche in questo caso, sarebbero state le non ottimali condizioni di salute a causarne la morte.

In seguito all’accorato appello del Dr. Antonio Colin, geriatra della RSA, [nella foto a destra] si è aperta una gara di solidarietà. Scrive il Dr. Colin: “Ed ecco che si è attivata una catena di solidarietà che ha coinvolto Aziende Farmaceutiche e Informatori del Farmaco, per la fornitura, a titolo gratuito, di integratori energetici, polivitaviminici, immuni stimolanti e attivatori metabolici.

I prodotti sono stati portati presso l’Assistenza Anziani-RSA di Portici e il sottoscritto ha provveduto a consegnarli (con le dovute cautele) all’Istituto Pio XIIIn generale è corretto che la solidarietà sia silente, ma sarebbe stato importante, da parte delle istituzioni, dare una minima risonanza a questa solidarietà delle Aziende Farmaceutiche e degli Informatori del Farmaco.

Le amiche e gli amici informatori del farmaco, continua il Dr. Colin, hanno ascoltato il grido di aiuto da parte della struttura e si sono mossi. Dietro le informatrici e gli informatori del farmaco ci sono vite, famiglie, sogni, difficoltà, paure, crudeltà del mercato, sentimenti, giornate faticose, insomma c’è tutto un mondo che io incontro e intravedo a ogni intervista.

Ed è stato questo mondo, umano, che ha risposto alla mia sollecitazione.
Per completezza devo anche ringraziare l’interessamento di qualche altra figura, come una consigliera comunale, una collega di Medicina Generale e qualche amico farmacista“.

La consigliera comunale Ornella Pasqua ha dichiarato: “E’ davvero tanta la solidarietà che si è sviluppata in questi giorni da parte di informatori ed aziende farmaceutiche intorno alla vicenda della residenza per anziani della nostra città colpita da questo maledetto virus. A loro il nostro ringraziamento“.

Da parte nostra il sentito ringraziamento a questi ISF che con il loro gesto hanno onorato tutta la categoria ed un sentito ringraziamento anche al dr. Colin per le belle parole e l’apprezzamento nei nostri confronti.

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!