Archivio Storico

Prescrizioni per principio attivo. Ecco le linee guida Fimmg. “Ma il ministero deve chiarire”

In attesa che sia attivato il tavolo tecnico richiesto al ministro della Salute per chiarire gli aspetti controversi delle nuove norme sulla prescrizione dei farmaci, la Fimmg ha elaborato una serie di indicazioni rivolte ai medici per uniformare i comportamenti e “non creare criticità per i cittadini”.

24 AGOIn una lettera inviata a tutti gli iscritti, il segretario nazionale della Fimmg, Giacomo Milillo, invita i medici ad applicare, nell’ambito delle nuove norme sull’obbligo di prescrizione dei farmaci per principio attivo contenute nella spending review, le indicazioni elaborate dalla Federazione e diffuse il 10 agosto scorso.

Le linee guida, spiega la Fimmg, tengono anche conto dei contatti avuti con Federfarma allo scopo di uniformare i comportamenti affinché non creino criticità per i cittadini. Tutto questo, però, sarà solo provvisorio. Perché, ribadisce la Fimmg, è indifferibile la convocazione di un tavolo tecnico presso il ministero della Salute che chiarisca gli aspetti controversi della norma.

Nel frattempo, l’invito ai medici è quello di applicare le linee guida diffuse nei giorni scorsi “salvo la nota – precisa Milillo – riferita alla possibilità di definire come motivazione di non sostituibilità, nella prescrizione di un prodotto farmaceutico commerciale invece del principio attivo, quella ‘correlati alla volontà dell’assistito’, mentre restano considerabili le abbreviazioni suggerite per motivi clinici alle quali può essere aggiunta l’abbreviazione ‘per LASA’ acronimo di Look-Alike/Sound-Alike".

Ecco la lettera inviata da Milillo ai medici di famiglia e le linee guida elaborate dalla Fimmg

A tutti gli Iscritti Fimmg
Ai Segretari Regionali e Provinciali Generali Fimmg
Ai Responsabili Comunicazione Provinciali e Regionali Fimmg

In considerazione del grosso risalto mediatico determinato dalla applicazione ferragostana della norma sull’obbligo di prescrizione del principio attivo per alcune condizioni definite per legge attraverso l’ormai famoso comma 11bis art.15 della legge 135/2012;

della enormità di propos

Articoli correlati

Back to top button