Archivio Storico

RIUNIONE DEL CONSIGLIO REGIONALE AIISF SICILIA

Verbale sintetico

Sabato 7 febbraio 2008, alle ore 10,00, presso l’Istituto Salesiano  Don Bosco di Caltanissetta, si è riunito, sotto la presidenza di Giuseppe Caristi, il Consiglio Regionale dell’AIISF  per discutere il  seguente argomento all’ O.d.G : Impegno sociale, politico e sindacale dell’AIISF
Alla riunione partecipano: il Consigliere Nazionale Renato Cassone, il vicepresidente regionale Nino Tilotta,  Pietro Ebbreo  in rappresentanza della sezione provinciale di Trapani, Angelo Passini e Patrizio Mondì in rappresentanza della sezione  provinciale di Messina e Giuseppe Marino della sezione provinciale di Siracusa,che funge da segretario.
La discussione è aperta  dal presidente regionale Giuseppe Caristi  che  riconferma il ruolo dell’associazione, imperniato su una struttura etica che promuove la conoscenza del farmaco, l’attività legale, sindacale e culturale, deputata a  “fare opinione” presso i colleghi e le istituzioni.

Nel corso della riunione, i colleghi Passini ed Ebbreo  relazionano sul  loro coinvolgimento, e quello di altri ISF, in attività sindacali in seno alla FEMCA-CISL di Messina ed alla CGIL di Trapani, indicando l’opportunità di intraprendere stabili rapporti tra l’AIISF e le Organizzazioni Sindacali(OO.SS.)  maggiormente rappresentative, dato che quando queste sono state  chiamate a tutelare gli interessi degli  informatori scientifici, lo hanno fatto, quasi sempre,senza conoscerli .

Circa i rapporti con le OO.SS. maggiormente rappresentative il Collega Marino della sezione di Siracusa esprime delle riserve facendo notare,  che l’atteggiamento della triplice, finora,  non ha assolutamente tutelato  gli informatori scientifici. E’ ben noto che con  l’avallo delle suddette OO.SS., migliaia di ISF sono stati  vittime di pseudo-cessioni di rami d’azienda e  sono stati collocati in cassa integrazione  senza il rispetto dei criteri inerenti la causa integrabile. Ma vi è di più, migliaia di ISF sono o saranno relegati in mobilità grazie agli accordi intrapresi dalle medesime OO.SS. con le  multinazionali, accordi sorprendentemente concessi anche in previsione di un ipotetico “futuro” calo di fatturato,. A tal proposito, interviene il Consigliere nazionale Renato Cassone sull’opportunità  di fondare un sindacato autonomo degli informatori scientifici, chiedendo alla CISAL(Confederazione Italiana dei Sindacati Autonomi) di riconoscergli la necessaria rappresentatività.

Inoltre, i colleghi Cassone e Tilotta , denunciano la mancata applicazione del regolamento regionale sull’informazione scientifica, emanato due anni fà. Infatti, eclatante è il non rispetto del numero delle visite ai medici e il non rispetto della norma che prevede l’affiancamento dei capi area, ecc. Gli stessi propongono che sia richiesta l’audizione di una rappresentanza AIISF  presso l’apposita commissione sanitaria regionale al fine di riportare tutto in un contesto di legalità.

Circa il regolamento  regionale dell’informazione scientifica  sul farmaco  adottato dalla Sicilia e da  altre   regioni italiane,  il consiglio regionale evidenzia anche un paradosso con l’amaro sapore della beffa, ora brevemente riportato. La stragrande maggioranza delle  aziende farmaceutiche non ha rispettato il regolamento  regionale dell’informazione scientifica  del farmaco. Cinicamente, però, al momento opportuno,  lo ha fatto proprio  per indicarne   uno dei motivi princi

Articoli correlati

Back to top button