Biomedica Foscama acquistata. Barlume di speranza per gli ISF agenti

Biomedica Foscama acquistata. Barlume di speranza per gli ISF agenti

Riceviamo e volentieri pubblichiamo


Comunicato asta Biomedica

6 agosto 2019

Data storica!!!

L’asta per l’aggiudicazione di una delle aziende farmaceutiche più importanti e produttive del Lazio è andata a buon fine!

La Biomedica Foscama finalmente è stata acquisita!!

?

Mesi e mesi di duro lavoro, di speranze da parte dei lavoratori, di chiamate, di contatti, di notizie che circolavano con tutte le perplessità del caso!

Non si conoscono ancora tutti i dettagli dell’operazione, sappiamo che è stata aggiudicata ad una impresa allo stato attuale ancora ignota (si vocifera chi possa essere ma sapremo nei prossimi giorni la denominazione della vincitrice del bando) per una cifra pari a 4 milioni e 50 mila euro.

Sembra che qualche barlume di speranza sia tornato a squarciare quel clima cupo creatosi in questo lungo periodo.

Non abbiamo mai smesso di crederci, mai smesso di credere che qualcuno /qualcosa potesse cambiare le sorti dei lavoratori e ridare loro dignità!

Gli informatori /agenti di commercio   rappresentati dall’Avv. Maria Rosaria Pace, che non ha mai smesso di seguire la vicenda, hanno confidato tanto in tale cambiamento e potranno tirare un sospiro di sollievo!

Adesso saremo ancora più uniti per tutelare i diritti !!!


I sindacati hanno dichiarato a Radio Cassino: “Apprendiamo con soddisfazione – spiegano Enzo Valente, Sandro Chiarlitti, Antonella Valeriani, Mauro Piscitelli segretari di UGL chimici, FILCTEM CGIL, FEMCA CISL e UILTEC UIL – come l’asta sia andata a buon fine e che questa storica azienda farmaceutica della provincia possa avere un futuro.

Aspettiamo una convocazione per conoscere piano industriale e dettagli dell’operazione”.

La speranza è che sia un progetto a lungo termine in grado di crescere e riassorbire tutto il personale alle dipendenze dell’azienda.

Ad aggiudicarsi la gara è un’azienda del settore già presente nel territorio.


Il presidente della Provincia di Frosinone e sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, interviene sulla questione dell’azienda farmaceutica di Ferentino, assegnata all’asta per poco più di 4 milioni di euro.

“In un contesto imprenditoriale che ha subìto e sta tuttora subendo gli effetti della perdurante crisi economica, con pesanti ricadute sul tessuto occupazionale della nostra provincia, la rinascita di una delle aziende più importanti della provincia di Frosinone va letta come segnale positivo della volontà di investire sul nostro territorio. In attesa di conoscere le intenzioni della società vincitrice dell’asta e i dettagli del piano industriale che vorrà porre in essere, il mio auspicio è quello di una ripresa che preveda, prima di tutto, il totale riassorbimento delle unità lavorative”.


Notizie correlate: Biomedica Foscama. Il 6 agosto stabilimento all’asta

Related posts