News

Msd Italia. Femca Cisl: “Azienda annuncia 186 esuberi. Proclamato lo stato di agitazione”

La denuncia del sindacato: “I tagli annunciati avverranno prevalentemente sulle linee di informazione medico scientifica, dedicate sia al medico generico come anche sulle linee dedicate agli specialisti, con una ricaduta occupazionale sulla sede di Roma e su quella di Milano”

09 ottobre 2015 – quotidianosanità.it

L’incontro, che doveva essere funzionale alla presentazione del nuovo amministratore delegato e alla presentazione del piano industriale, è stato invece l’occasione per annunciare l’ennesima procedura di mobilità che prevede una riduzione del personale, con il taglio di 186 posti di lavoro prevalentemente sulle linee di informazione medico scientifica, dedicate sia al medico generico come anche sulle linee dedicate agli specialisti, con una ricaduta occupazionale sulla sede di Roma e su quella di Milano. Come se non bastasse, la MSD, ha scandalosamente comunicato, alla vigilia dell’apertura della procedura di mobilità, 2 assunzioni di professionalità identiche a quelle che il giorno successivo l’azienda ha dichiarato di voler licenziare.

( … continua)

Notizie correlate: Farmindustria, 5.000 nuove assunzioni in un anno

Msd Italia. Nicoletta Luppi nuovo presidente e managing director

Accordo sulla mobilità in Merck Sharp & Dohme: scendono gli esuberi, incentivi per uscire. Rispetto ai nuovi 206 esuberi – tutti informatori scientifici e impiegati in funzioni di supporto -, 152 appartengono all’area primary care, il resto al personale area vendite e di sede. Entro il 2015 la forza lavoro di Merck & co. (a livello mondiale) dovrà subire un dimagrimento del 20 per cento. (2013)

Merck, i lavoratori approvano l’accordo quadro sulla tutela dell’occupazione (CISL 2014)

“Merck, un caso nazionale” Melazzini coinvolge il Governo (2013)

Caso Merck: a rischio 400 posti, si cerca un compratore (2013)

La Merck chiude, in gioco il futuro di 270 famiglie (2013)

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button