News

USA: primo farmaco con sensore ingeribile per capire se il paziente segue la terapia

Importante rivoluzione nel campo medico quella avvenuta ieri attraverso l’ufficializzazione del primo farmaco dotato di sensore intelligente capace di rilevare e segnalare se il paziente ha ingerito la pillola o meno.

14 Novembre 2017 – HDBlog.it

Risultati immagini per Abilify MyCiteLa FDA (Food & Drug Admnistrationha approvato in America l’Ability MyCite, un medicinale a base di aripiprazolo, già esistente ma ora con incorporato un tracker, specifico per curare gravi malattie mentali come la schizofrenia, disturbi maniacali, bipolari e la depressione acuta in età adulta.

Dentro ciascuna compressa è presente un sensore in grado di inviare una notifica ad un ricevitore indossabile nel momento in cui il farmaco viene ingerito. Il dispositivo, successivamente, trasmette le informazioni ad un app mobile per smartphone che a sua volta, dietro consenso del paziente stesso, invia la medesima informazione al medico curante o ai relativi assistenti preposti al controllo.

Mitchell Mathis, direttore della divisione specializzata sui prodotti psichiatrici dell’FDA ha dichiarato:

“La possibilità di tracciare l’ingerimento dei farmaci prescritti per una malattia mentale, può essere molto utile per alcuni pazienti. La FDA supporta lo sviluppo e l’uso di nuove tecnologie per i farmaci da prescrizione e si impegna a collaborare con le aziende per studiare come la tecnologia possa portare benefici ai pazienti e a chi li prescrive”.

La schizofrenia, una delle malattie mentali più logoranti, viene riscontrata, solitamente, negli adulti sotto i 30 anni che mostrano sintomi abbastanza chiari capaci di potrarli a sospettare, per esempio, di essere controllati da persone o figure esterne a loro. Con l’utilizzo di queste nuove tecnologie si potrebbe dare una vera svolta garantendo una vita normale anche ai casi più difficili che tendono a rifiutare le cure con la errata convinzione di proteggere se stessi.

L’Ability MyCite è un farmaco lanciato nel 2002. Nel 2012 è stato dotato di sensore ingeribile e abilitato alla vendita ma approvato soltanto nella giornata di ieri. Per ricevere maggiori informazioni in merito, potete leggere il comunicato ufficiale disponibile in lingua inglese sul sito ufficiale del FDA.

Approvazione di pillole digitali necessità di adesione contro la privacy

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button