Abruzzo. Mazzette ai medici per prescrivere i farmaci, patteggiano informatore medico e società farmaceutica

Abruzzo. Mazzette ai medici per prescrivere i farmaci, patteggiano informatore medico e società farmaceutica

Chieti. Ha patteggiato un anno e 2 mesi un informatore medico scientifico di una società farmaceutica finita anch’essa sotto inchiesta, da parte della Procura della Repubblica di Chieti, per corruzione ovvero presunte tangenti pagate a due medici per la prescrizione di integratori.

L’uomo, in concorso con altri due dipendenti della società, pure indagati, avrebbe versato 10.000 euro a un medico a titolo di acquisto di copie di un libro. Allo stesso medico sarebbero stati promessi e in parte versati altri 10.000 euro per prescrivere alcuni integratori.

Un altro medico avrebbe invece accettato un iPhone del valore di 850 euro nonché la promessa del pagamento di una cena, da lui organizzata, al fine di prescrivere gli integratori. La società ha patteggiato 15.000 euro. Gli indagati sono complessivamente dodici, tre dei quali società farmaceutiche.

L’udienza di oggi si è tenuta dinanzi al gip del Tribunale di Chieti Alberto Iachini. Una nuova udienza preliminare a carico degli altri indagati deve essere ancora fissata [N.d.R.: i medici pediatri di famiglia che erano stati coinvolti sono stati tutti prosciolti dal GIP perché il fatto non sussiste].

Abruzzo live – 7 febbraio 2018

N.d.R.: A quanto ci risulta nessun farmaco è stato oggetto dell’inchiesta dei magistrati di Chieti. Ancora una volta si confondono gli Informatori Scientifici del Farmaco con Venditori di latte per neonati e vitamine.

Gli Informatori Scientifici del Farmaco sono gli unici che possono fornire l’informazione scientifica sui farmaci prescrivibili ai medici ed ai farmacisti (a questi ultimi limitatamente e solamente alle informazioni contenute nel riassunto delle caratteristiche del medicinale, non la vendita) secondo il D. Lgs, 219/06 (art. 119 e succ.).

I venditori e gli agenti rappresentanti di commercio, con tutto il rispetto che è dovuto a ogni onesto lavoratore e ad ogni professione, non sono Informatori Scientifici del Farmaco.

Ripetiamo per l’ennesima volta che il latte artificiale per neonati non è un farmaco. Gli agenti di commercio che vendono il latte per neonati non sono informatori scientifici del farmaco. 

Notizie correlate: Chieti. Tangenti per le ricette, archiviato il caso dei medici abruzzesi e informatori

Chieti. Regali da Informatori Scientifici: 12 medici indagati. N.d.R.

Related posts