News

Appropriatezza. SNAMI: Subito abrogazione o modifica

Posizione ufficiale dello SNAMI sul decreto Lorenzin “Taglia Esami”

Angelo Testa “Basta con le barzellette delle “sospensioni di fatto” e le parole volatili rassicurative. Ad atto formale deve seguire atto formale.

Le nostre posizioni ufficiali sono queste e nessuno può parlare per noi su questa vicenda, grave per Medici e pazienti. Ancor più pesante per come la si vorrebbe continuare a gestire!”

Roma 14 Marzo 2016-Non piace al sindacato autonomo la gestione post decreto taglia esami e tutte le parole rassicurative ed indiscrezioni che continuano a girargli intorno.

«Questo buonismo dominante» sostiene Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami «che ad arte viene fatto girare intorno al cosiddetto decreto appropriatezza, non ci appartiene. Il “vogliamoci bene” e le “grande aperture” del Ministro a rivisitare la norma, il far circolare insistentemente la voce che non ci saranno sanzioni per i Medici e, come ciliegina sulla torta, sostenere che “di fatto il decreto è sospeso, sono a nostro giudizio percorsi pericolosi”.

Prendiamo decisamente le distanze così come abbiamo fatto per la precedente puntata della telenovela in cui si sosteneva pubblicamente e ripetutamente in tv che “se necessario e motivato” il Medico poteva prescrivere il colesterolo anche una volta al mese. E’ ovvio che non è assolutamente possibile secondo la attuale norma vigente.

Sosteniamo ufficialmente» conclude Angelo Testa «che non ci rappresentano posizioni dell’intersindacale che differiscano anche di una virgola dal fatto che il decreto taglia esami venga subito abrogato o modificato attraverso un atto formale.

Di concreto c’è che i nostri gestionali di studio sono stati modificati per prescrivere secondo le novità Lorenzin, che le sanzioni sono previste nella legge, che i pazienti devono, per chi può ancora permetterselo, pagare di tasca anche gli esami di routine, che quotidianamente c’è una lotta per far capire che le limitazioni delle prescrizioni non dipendono da noi.

Ancora più concreto è che diagnosi e prevenzione stanno prendendo il volo alla stessa stregua delle parole disperse al vento sulle presunte correzioni del decreto taglia esami!».

Ufficio Stampa Snami – 14 marzo 2016

Notizie correlate: Allarme rosso potersi curare

Lorenzin: «Condivisione e cammino insieme con i medici». Altri tagli? «La sanità ha già dato. Anzi servono risorse per i dipendenti e per la farmaceutica ospedaliera»

Comunicato Stampa congiunto Governo-sindacati medici

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button