News

Biosimilari. Tar boccia delibera della Basilicata: “La logica del risparmio non può limitare la libertà prescrittiva del medico”

I giudici amministrativi della Basilicata annullano la delibera 492/2014 “Farmaci biosimilari – direttiva vincolante” con la quale la Regione vincolava il medico a privilegiare per i pazienti naive il biosimilare a prezzo più basso rispetto al corrispettivo biologico, ma anche a scegliere tra gli stessi originatorquello di minor costo. Plauso dei pazienti: “La libertà prescrittiva non si tocca”.LA SENTENZA

04 DIC – Il principio del “vince quello che costa meno” non s’ha da fare perché sbarra la strada alla libertà prescrittiva del medico.

È questa in estrema sintesi la sentenza del Tar della Basilicata, sezione prima, depositata le scorse settimane, che ha annullato la delibera regionale 492/2014 “Farmaci biosimilari – direttiva vincolante” la quale imponeva  paletti rigidi ai medici allo scopo di contenere la spesa farmaceutica.

( … continua su quotidianosanità del 04/12/2015)

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button