News

Gran Bretagna. I farmaci più importanti degli ultimi 70 anni

Salute: ecco la classifica dei 10 farmaci più importanti introdotti negli ultimi 70 anni

Anche vaccini e i contraccettivi orali nella classifica dei 10 farmaci più importanti introdotti negli ultimi 70 anni

Il centro studi inglese Office of Health Economics, sulla base di una serie di interviste ad esperti, ha stilato la classifica dei 10 farmaci più importanti introdotti negli ultimi 70 anni: la ricerca è stata condotta in occasione del settantennale del servizio sanitario nazionale britannico, fondato nel 1948.

Oltre al vaccino per il morbillo, nell’elenco troviamo quello per la polio, gli antibiotici dalla seconda alla quarta generazione, l’antipsicotico clorpromazina, i contraccettivi orali, i beta bloccanti (problemi cardiaci), i beta antagonisti (asma), il tamoxifen (tumori del seno), gli immunosoppressori (trapianti) e gli antiretrovirali (Hiv).


The Impact of New Medicines in the NHS: 70 Years of Innovation

Il NHS in Inghilterra e nel Galles nacque il 5 luglio 1948. Forniva copertura per una serie di interventi medici e farmaceutici approvati. Ciò ha portato a una rapida crescita dell’uso di medicinali e al miglioramento della salute pubblica con i relativi miglioramenti nella crescita economica e nello sviluppo.

Questo rapporto di consulenza OHE dimostra il contributo e l’impatto dei farmaci per l’economia sanitaria nel Regno Unito nei 70 anni di storia del NHS. Attraverso interviste con esperti abbiamo identificato una lista ristretta dei farmaci più importanti che sono stati introdotti sul mercato e da una revisione della letteratura e delle evidenze si cerca di quantificare i benefici di questi farmaci chiave in termini di salute ed esiti economici. Consideriamo inoltre l’impatto più ampio dei farmaci e dello sviluppo di farmaci nell’ambiente sanitario.

Le nostre interviste con esperti hanno identificato una lista di dieci nuovi importanti farmaci introdotti nel NHS negli ultimi 70 anni. Questi sono stati selezionati da una lista più lunga di 37 sulla base della frequenza con la quale sono stati citati dagli intervistati e la forza di percepire l’entità del loro impatto positivo nel NHS. La nostra ricerca di prove ha identificato una serie di benefici comprendenti il ​​miglioramento degli esiti clinici, i benefici di sopravvivenza, il miglioramento della qualità della vita, una maggiore efficienza del servizio sanitario e un più ampio impatto sociale. La nostra analisi delle interviste ha identificato sette temi, ognuno dei quali rappresenta un fattore che ha svolto un ruolo importante nel determinare l’impatto delle nuove medicine. Questi temi evidenziano una varietà di modi in cui i responsabili delle politiche possono facilitare l’impatto positivo delle nuove medicine. Il loro ruolo dovrebbe essere preso in considerazione nell’uso dei farmaci nel NHS nei prossimi 70 anni e per i nuovi farmaci attualmente nella pipeline di sviluppo.

Gli autori: Sampson, C., O’Neill, P. and Lorgelly, P.

The Impact of New Medicines in the NHS: 70 Years of Innovation

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button