Primo Piano

iOS 8, creare una Cartella Clinica personale nell’app Salute

Ecco come creare un ID medico personale in iOS 8. Basta aprire l’app Salute e seguire questi pochi passaggi.

Scritto da: Giacomo Martiradonna – lunedì 22 settembre 2014 – BLOGO

La Cartella Clinica di iOS 8 è una speciale scheda con tutti i parametri di salute dell’utente, accessibile anche dalla schermata di blocco dell’iPhone perché -per l’appunto- può salvargli la vita. Si trova all’interno dell’app Salute ed è facilissima da configurare coi dati personali. Vi spieghiamo come.

iOS 8, Apple in trattative per integrare Healthkit col Sistema Sanitario USA

“Con la nuova app Salute,” scrive Apple sulla pagina delle novità di iOS, “vedi a colpo d’occhio i dati di tutte le tue app per la salute e il fitness. Abbiamo anche creato un nuovo strumento per gli sviluppatori: HealthKit, che permetterà alle app di fare gioco di squadra per farti rimanere in forma. Potrebbe essere l’inizio di una salutare rivoluzione.” Questo particolare software è stato progettato per catalogare e fornire accesso rapido a informazioni come la frequenza cardiaca, le calorie bruciate, la glicemia, il colesterolo e molto altro. Si può ad esempio appuntarsi il gruppo sanguigno, le allergie o i farmaci che assumete regolarmente, i contatti da chiamare se necessario, e di visualizzare il tutto in un malaugurato caso di emergenza.

È un po’ l’equivalente digitale del foglietto col gruppo sanguigno infilato nel portafoglio, solo molto più completo e tecnologico.

Per compilare una scheda personalizzata, è sufficiente aprire Salute e sfiorare il pulsante rosso “Crea Cartella clinica” ricordandovi però di abilitare la spunta su Mostra nella schermata di blocco. Da lì potete aggiungere nome, data di nascita, note mediche, condizioni cliniche, allergie e reazioni allergiche, i farmaci che assumete, gruppo sanguigno, peso, altezza, autorizzazione alla donazione degli organi e i contatti per le emergenze (se lo desiderate potete definire perfino il grado di relazione/parentela). Poi, basta premere su “Fine” e il gioco è fatto.

Per far comparire la scheda, occorre effettuare lo Slide to Unlock e premere “Chiamata di Emergenza” come se si volesse contattare la polizia o il soccorso ospedaliero. Lì, in fondo a sinistra, trovate un nuovo pulsante con scritto “Cartella Clinica” che dà accesso alla chiamata del contatto predefinito per gli eventi gravi.

Qui di seguito, abbiamo raccolto qualche screenshot per farvi un’idea più precisa del servizio. Buona visione.

Cartella Clinica – iOS 8

Boom di app e gadget per la salute ma non tutti sono disposti a cambiare stile di vita

Orologi, bracciali e occhiali intelligenti per tenere sotto controllo forma e salute sono ormai di gran moda. Il mercato delle applicazioni per tablet e smartphone è in crescita, ma in realtà questi strumenti non sono sempre così efficaci nel modificare abitudini e comportamenti delle persone sane.

Almeno secondo alcuni studi condotti sull’argomento, segnalati sul sito Azioni quotidiane, finanziato dal ministero della Salute e Centro controllo delle malattie-Ccm. Una ricerca pubblicata sul Britsh Medical Journal, in cui vengono passati in rassegna vari studi sull’argomento, ha valutato infatti l’impatto dei social media per promuovere una dieta sana e attività fisica.

Il risultato è che non si rilevano differenze significative tra gruppi sottoposti agli interventi e gruppi di controllo. Secondo invece un altro studio, pubblicato su Plos One, l’esercizio fisico a bassa intensità proposto dall’app ha ridotto del 6% il tempo di inattività degli individui monitorati. Più sensibili all’impatto di queste nuove tecnologie sono i malati cronici. Secondo uno studio della Oxford University, pubblicato su Jama, sarebbero infatti più costanti nell’utilizzo di dispositivi medicali elettronici, modificando così in modo sostanziale e duraturo il proprio stile di vita.

È quanto emerso da uno studio condotto su oltre 500 pazienti ipertesi, in cui si è visto che il monitoraggio della pressione e l’autoregolazione della somministrazione dei farmaci, se eseguiti in modo autonomo dal malato e secondo un piano prestabilito dal medico, sono più efficaci per abbassare i valori della pressione. I pazienti cronici usano le nuove tecnologie per monitorare la propria malattia, mentre il tasso di abbandono è più elevato tra li chi usa per fare sport. L’arrivo delle app per smartphone e di dispositivi elettronici a basso costo, come il cardiofrequenzimetro, hanno dunque aumentato la disponibilità delle nuove tecnologie, permettendone un uso più diffuso.

Ma la motivazione è molto importante. Uno studio sull’American Journal of Preventive Medicine ha verificato quanto le tecniche di cambiamento dei comportamenti siano utilizzate nella progettazione di queste app. Si è così visto che nella maggior parte è stato incorporato un numero modesto di tecniche di cambiamento del comportamento, in genere meno di 4. Secondo i ricercatori, per ottimizzare i risultati bisognerebbe usare e scegliere con attenzione diverse app.

domenica 21 settembre 2014 – IL MATTINO.it

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button