News

La Ue mette al bando 700 farmaci generici prodotti in India

Irregolarità sui test clinici condotti da una società di Hyderabad

Lun, 27/07/2015 – l’Adige.it

L’Unione Europea ha messo al bando 700 farmaci generici indiani a causa di irregolarità sui test clinici condotti da una società di Hyderabad. Lo riporta oggi il quotidiano economico The Business Standard.

La decisione è stata presa in seguito all’esame di licenze di vendita dei medicinali rilasciate dai Paesi della Ue sulla base di studi condotti dalla società indiana Gvk Bio e su ispezioni nei suoi laboratori. È emerso che alcuni dati sono stati manipolati per un periodo di cinque anniLa Gvk ha fermamente respinto le accuse della European Medicines Agency (EMA) ha proposto di condurre nuovi test a proprie spese.

Il divieto di vendita e distribuzione entrerà in vigore il 21 agosto in tutti i Paesi Ue. Secondo l’Associazione indiana per le esportazioni di medicinali (Pharmexcil), il provvedimento causerà un perdita di circa un miliardo di dollari.

Notizia correlata: EMA. GVK Biosciences: European Medicines Agency recommends suspending medicines over flawed studies

EMA conferma sospensione commercializzazione farmaci sperimentati in CRO indiana

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button