News

RSU Novartis. Preoccupazione per la decisione unilaterale di licenziamento

La preoccupazione è accentuata dal rischio che, se non viene immediatamente fermata tale deriva, possa rappresentare un precedente che alimenta paura e sfiducia tra i lavoratori.

Care colleghe e cari colleghi,
a seguito del nostro primo comunicato del 30/11 relativo alla recente “procedura per il recesso del rapporto di lavoro per giustificato motivo oggettivo, ex art. 7 L. 604/66 come modificato dall’art. 1, C.40 L. 92/2012”, a carico di due colleghi ISF, avviata dall’Azienda per gli eventiche hanno reso e rendono non più sostenibile la linea di promozione Piqray” (riportiamo testualmente quanto comunicato dall’Azienda), abbiamo convocato assemblee straordinarie.

La Rsu e le OO.SS sono particolarmente grate a tutti i lavoratori che a larghissima maggioranza hanno partecipato.
Tali assemblee sono state un momento di grande e sentita partecipazione attiva, anche per le proposte di iniziative di lotta sindacale da intraprendere.
In particolare, si ringraziano i numerosi colleghi che hanno aderito venerdì pomeriggio, alla prima iniziativa di lotta, mostrando il simbolo della nostra protesta.

Come già detto, ci preoccupa che, per la prima volta in Novartis, nonostante la storia pluriennale di relazioni sindacali reciprocamente proficue, l’Azienda abbia deciso, unilateralmente, di avvalersi di questa formula di licenziamento.
La preoccupazione è accentuata dal rischio che, se non viene immediatamente fermata tale deriva, possa rappresentare un precedente che alimenta paura e sfiducia tra i lavoratori.

Pertanto adotteremo tutte le legittime iniziative sindacali e di lotta, fino alla ripresa delle normali relazioni, che siamo stati costretti ad interrompere alla luce della gravità dei fatti.

La RSU Novartis – 6 dicembre 2021

 

Notizie Correlate: Comunicato OO.SS. Novartis licenzia unilateralmente due informatori. Inaccettabile!

 

 


Gli elaborati rappresentano pareri, interpretazioni e ricostruzioni anche soggettive e non necessariamente condivise dalla redazione. Pertanto, le responsabilità delle dichiarazioni sono dell’autore e/o di chi ci ha fornito il contenuto. Il nostro intento è di fare informazione utili per gli informatori scientifici e di divulgare notizie di interesse pubblico. Naturalmente invitiamo i lettori ad approfondire sempre l’argomento trattato, a consultare più fonti e lasciamo a ciascuno di loro la libertà d’interpretazione. Il materiale reperito in rete, ove non dichiarata già nel sito la dicitura di copyright e i diritti di utilizzo, è stato in buona fede ritenuto di pubblico dominio. Alcuni testi citati o immagini inserite in questo sito sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore vogliate comunicarlo via e-mail per provvedere alla conseguente rimozione o modificazione.

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button