News

AGENAS. La medicina difensiva incide per il 14% della spesa farmaceutica pro capite totale annua

Agenas, l’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali, ha diffuso i dati dello studio sulla Medicina difensiva (MD), «intesa come l’insieme di atti e comportamenti posti in essere da chi esercita la professione sanitaria al fine di scongiurare possibili contenziosi da parte dei pazienti», realizzato negli anni 2013-2014 nell’ambito del progetto Medicina difensiva: sperimentazione di un modello per la valutazione della sua diffusione e del relativo impatto economico, finanziato dal Ministero della Salute con il coinvolgimento di quattro regioni, ovvero, Lombardia, Marche, Umbria e Sicilia.

Per i professionisti intervistati, «la causa prevalentemente imputata ai comportamenti di MD è la legislazione sfavorevole per il professionista medico” (31%), seguita dal “rischio di essere citato in giudizio e di incorrere in procedimenti legali per malpractice” (16%). Al 12% troviamo il “rischio di compromettere la propria carriera e perdere l’immagine professionale”, all’11% la “pressione da parte dell’opinione pubblica e dei mass-media”, al 7% la “sfiducia nella tutela assicurativa e/o incremento dei costi assicurativi” insieme alla “sfiducia nella tutela da parte della propria amministrazione”, al 6% il “rischio di subire una richiesta di risarcimento danni”, al 5% lo “sbilanciamento del rapporto medico-paziente per eccessive pressioni e aspettative del paziente e dei suoi familiari” e infine al 5% la “percezione di dover sopperire a carenze organizzative sanitarie del proprio settore”».

Per contrastare il fenomeno della medicina difensiva, il 36% degli intervistati «auspica la riforma delle norme che disciplinano la responsabilità professionale», mentre il 23%, «una maggior tutela da parte delle assicurazioni».

Stima di spesa annua pro capite (€), per la specifica voce farmaceutica di spesa, estrapolata da Tabella 5, calcolata in eccedenza per i medici partecipanti alla Survey Agenas rispetto al dato economico di riferimento nazionale italiano

Farmaceutica

Valore medio nazionale pro capite annuo: 170,82

Spesa media pro capite annua (stimata nello studio): 163,50

IC 95%: 156,5-170,5

Eccedenza di spesa (stimata nello studio): 23,90

IC 95%: 23,5-24,3

Per l’impatto economico della MD, le elaborazioni effettuate ne stimano un’incidenza pari al 10,5% della spesa sanitaria nazionale totale annua con un’analisi di dettaglio che riconosce alla MD il 14% della spesa farmaceutica pro capite totale annua, l’11% della spesa pro capite annua per visite specialistiche, il 23 % della spesa pro capite annua per esami di laboratorio e il 25% della spesa pro capite annua per attività diagnostiche/strumentali. Nella Tabella 5 sono riportati i dati relativi alla stima del costo della MD per tipologia di prestazione espresso in valore monetario

AGENAS. MEDICINA DIFENSIVA: Diffusione e impatto economico. Un modello di valutazione

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button