Archivio Storico

Al via la stagione dei contratti

Piattaforme per 4 milioni di lavoratori

Matteo Meneghello  25 luglio 2012

MILANO
Sono più di 4 milioni – comprendendo nel conteggio anche gli 1,6 milioni di metalmeccanici che chiedono per il rinnovo 150 euro in più a regime – i lavoratori italiani che si apprestano a rinnovare il contratto nazionale di lavoro. Molte le categorie che in questi mesi hanno già presentato le piattaforme di rivendicazione. Proprio ieri è stato «completato – riferisce il sindacato – il percorso di elaborazione delle linee guida della piattaforma per la stipula del contratto del trasporto aereo». Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti e Ugltrasporti hanno inviato il documento a tutte le principali associazioni datoriali del settore, chiedendo «l’insediamento di un tavolo nazionale affinché si dia inizio al confronto per giungere alla stipula del contratto». Il trasporto ferroviario il contratto l’ha già firmato, ottenendo un incremento medio di 160 euro, e un recupero una tantum di 1.670 euro. L’accordo prevede anche un aumento delle ore settimanali lavorate, da 36 a 38 ore. L’intesa riguarda 90mila addetti delle Fs e costituisce la prima gamba del contratto della mobilità varato dalla recente riforma dell’assetto contrattuale: ora si attende l’avvio del dibattito per il rinnovo del contratto dei dipendenti del Tpl.
Nelle scorse settimane Filctem, Femca e Uilca hanno presentato cinque piattaforme distinte per il rinnovo delle intese nei comparti della chimico-farmaceutica (190mila addetti), della gomma-plastica (120mila), del gas-acqua (50mila), dell’energia e petrolio (circa 35mila) e dei lavoratori elettrici (60mila persone coinvolte). La forbice di aumento richiesto per il triennio 2013-2015 è sostanzialmente compresa tra il 7 e il 9 per cento. Altre rivendicazioni riguardano il potenziamento dei fondi integrativi previdenziali e sanitari
Anche i rappresentati sindacali del comparto alimentare hanno presentato nei giorni scorsi le piattaforme di rivendicazione. Si parte da una richiesta di 174 euro lordi di aumento dei minimi tabellari, posizione che è stata giudicata da Federalimentare «eccessivamente onerosa». In procinto di essere presentata c’è invece la piattaforma degli edili, che coinvolge 2 milioni di persone per il biennio 2013-2015. Si tratta di un negoziato che non si annuncia certo facile per un comparto particolarmente colpito dalla crisi, con quasi 350mila posti di lavoro persi in questi anni e un quarto delle imprese scomparse.

I principali contratti in discussione
1 TRASPORTO FERROVIARIO
I 90mila dipendenti delle Ferrovie dello Stato hanno raggiunto nei giorni scorsi un accordo per il rinnovo del contratto con un aumento di 160 euro lordi a regime
2 CHIMICA FARMACEUTICA
La piattaforma dei lavoratori chimici è stata presentata nei giorni scorsi. C

Articoli correlati

Back to top button