Archivio Storico

Atti di Sindacato Ispettivo sui casi Roche e Warner Chilcott

Legislatura 16 Atto di Sindacato Ispettivo n° 4-05513
Atto n. 4-05513

Pubblicato il 30 giugno 2011
Seduta n. 577
GIAMBRONE, CARLINO– Al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. –

Premesso che in data 17 maggio 2011 gli interroganti hanno presentato l’atto di sindacato ispettivo 4-05182, sulla vicenda dei 143 lavoratori (di cui 122 informatori scientifici del farmaco) della società farmaceutica Roche, cui la stessa società aveva comunicato il 10 gennaio 2011 la necessità di risolvere il rapporto di lavoro, in vista dell’esigenza di contenere i costi aziendali;

considerato che:

nell’atto di sindacato ispettivo di cui in premessa si illustrava tra l’altro come la Roche, per scegliere i soggetti da licenziare, avesse escogitato un criterio basato sul punteggio e su alcuni parametri stabiliti arbitrariamente dall’azienda, i quali dunque non apparivano provvisti dei connotati, richiesti per legge, di obiettività e generalità e tendevano, invece, a creare soltanto un apparente coinvolgimento nella procedura di licenziamento collettivo di tutti gli informatori scientifici del farmaco, aggirando in tal modo la contestata fungibilità tra i medesimi lavoratori;

risulta agli interroganti che la Roche avrebbe proceduto al licenziamento di tre informatori scientifici del farmaco (ISF) solo perché gli stessi avrebbero chiesto informazioni precise circa i criteri e la formazione delle relative graduatorie;

due di questi dipendenti erano stati appena reintegrati dalla Corte di Appello di Milano nella funzione di ISF, dopo che per tre anni sarebbero stati demansionati e avrebbero subito un trasferimento della sede di lavoro dalla Sicilia e dal Lazio a Monza;

questo atteggiamento della Roche appare vessatorio e persecutorio verso lavoratori che avrebbero solo richiesto trasparenza e controllo della legittimità delle varie procedure fin qui attuate;

tale intervento di controllo e verifica, evidentemente non ancora effettuato, era stato richiesto al Ministro in indirizzo con l’atto di sindacato ispettivo, il quale, tuttavia, non ha ancora ricevuto risposta,

si chiede di sapere:

quale sia il motivo della mancata risposta all’atto di sindacato ispettivo 4-05182;

perché non siano stati attivati gli interventi di controllo richiesti;

se il Ministro in indirizzo sia a conoscenza delle ulteriori vicende sopra esposte e quali azioni concrete nell’ambito delle proprie competenze intenda porre in essere al fine di tutelare i lavoratori da atteggiamenti vessatori da parte di Roche.

                                                               &nbsp

Articoli correlati

Back to top button