Archivio Storico

Cure primarie. La riforma “Balduzzi” che rivoluzionerà l’assistenza territoriale

I medici convenzionati saranno obbligati ad associarsi, accesso unico alla professione, assistenza h24, compenso per quota fissa e variabile e inserimento dell’attività nei Lea. Come cambierà l’art.8 della 502/92 secondo il provvedimento allo studio del ministro e che siamo in grado di anticiparvi. Ecco il testo.

18 LUG – Dopo l’avvento del nuovo Governo Monti sembrava essere andata nel dimenticatoio, ma in questi mesi il lavoro iniziato dall’ex Ministro Fazio sulla riforma dei rapporti convenzionali con i medici del territorio, è andato avanti.

E oggi siamo in grado di anticiparvi la nuova bozza della riforma dell’art.8 del dlgs 502/92 che il Ministro Balduzzi inserirà molto probabilmente nell’annunciato progetto di legge che si dovrebbe occupare anche di intramoenia, responsabilità professionale e filiera del farmaco, atteso entro l’estate.

Il nuovo testo ricalca a grandi linee quello elaborato dal predecessore di Balduzzi, condiviso a suo tempo dai sindacati e discusso con le Regioni, anche se ad una prima lettura il nuovo documento integra ancora di più i principi dell’art.8 della 502/92 con quelli contenuti negli specifici Accordi collettivi nazionali.

Ma veniamo alle modifiche. Innanzitutto è previsto l’obbligo di adesione dei medici alle forme organizzative previste dalle convenzioni (Aggregazioni funzionali e Uccp). Novità anche sull’accesso alla professione, che sarà unico e per graduatorie di titoli. La nuova organizzazione integrata dovrà poi garantire l’assistenza h24. Cambia anche il compenso dei professionisti, che sarà per quota fissa e variabile. Inoltre, viene regolamentato l’esercizio della libera professione e l’attività dei medici del territorio viene inserita nei Lea.

Ma ecco nel dettaglio le misure previste dalla bozza di modifica dell’art.8 del decreto legislativo 502/1992:

Obbligo di “aggregazione”
I medici dovranno obbligatoriamente aderire a forme organizzative, secondo modelli individuati dalle singole Regioni, che siano o monoprofessionali (Aggregazioni funzionali) o multi professionali

Articoli correlati

Back to top button