Filctem RSU Emilia-Romagna: “Il valore dell’informazione scientifica a tutela della salute dei cittadini”

Filctem RSU Emilia-Romagna: “Il valore dell’informazione scientifica a tutela della salute dei cittadini”

COMUNICATO STAMPA

IL VALORE DELL’INFORMAZIONE SCIENTIFICA A TUTELA DELLA SALUTE DEI CITTADINI

La FILCTEM CGIL ritiene inaccettabile e irrispettosa dei lavoratori in oggetto, la campagna diffamatoria emersa nella stampa di questi giorni, in cui si associa il ruolo dell’Informatore Scientifico del Farmaco ai recenti fatti di corruzione e malasanità. Da quanto è emerso sino ad oggi, nella vicenda di Parma, sono coinvolte figure apicali delle aziende farmaceutiche, della sanità pubblica, sino a Dirigenti Ministeriali, e non è sicuramente imputabile a dei lavoratori dipendenti delle aziende farmaceutiche la responsabilità! La FILCTEM CGIL ritiene fondamentale la divulgazione dell’informazione scientifica perché è attraverso essa che si rende fruibile per il Medico Curante e per il cittadino, il frutto della ricerca a tutela della salute. Condividiamo con la Regione Emilia Romagna la necessità di normare e rendere maggiormente trasparente e rigoroso il rapporto informatore scientifico-medico curantestrutture sanitarie, attraverso una programmazione ed un monitoraggio delle attività.

“ ...una corretta informazione è un elemento strategico per la scelta appropriata e razionale dei farmaci e la loro utilizzazione efficiente nella pratica clinica....” [dalla Direttiva Regione E. Romagna sull’informazione scientifica sul farmaco]

la FILCTEM pertanto Ritiene che il sistema dell’informazione scientifica vada salvaguardato e se serve migliorato, ma non distrutto, perché si passerebbe da un sistema regolato, universalistico come quello attuale, che, come prevede la Costituzione, garantisce le migliori cure a tutti i cittadini, al sistema del libero mercato dove il rischio del malaffare supera l’interesse generale. Anche per questa ragione gli Informatori Scientifici da anni contrastano il tentativo in atto da parte delle case farmaceutiche di cambiare la natura giuridica e contrattuale dell’Informatore fino a trasformarla in una figura puramente commerciale, un “venditore”. La FILCTEM CGIL ritiene indispensabile un patto forte tra ricerca, divulgazione ed operatori della sanità a tutela della salute e per un uso corretto del farmaco. Le Istituzioni e la Regione devono operare nella direzione di garantire trasparenza e legalità coinvolgendo le tantissime figure professionali che operano ogni giorno con competenza a vantaggio dei cittadini e del Sistema Sanitario.

Maritria Coi                                                                   Pietro Gualandi

Segreteria FILCTEM Emilia Romagna                   Coordinatore RSU Informatori Scientifici del Farmaco Emilia Romagna

CELL. 3498630434

Bologna, 19 maggio 2017

Comunicato.RSU.Filctem.Emilia-Romagna


Notizie Correlate: Proposta Pd: “Su aggiornamento professioni sanitarie va istituita Commissione nazionale”. Proposta Redazione: Professione sanitaria anche per gli ISF?

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!