Archivio Storico

Innovativi tornano in farmacia, Mandelli: obiettivo perseguito con determinazione

La Regione Emilia-Romagna ha comunicato di aver firmato un accordo con tutti i sindacati dei medici di medicina generale per affrontare la crisi senza intaccare la qualità dell’assistenza. È stato lo stesso assessore alla Sanità regionale Carlo Lusenti a ricordare quali sono le cifre in gioco: oltre ai 150 milioni di risorse regionali, nel 2013 il sistema sanitario deve reperire 260 milioni per mantenere l’equilibrio di bilancio. «Abbiamo chiesto il contributo anche dei medici di medicina generale, – ha comunicato Lusenti – che ringrazio per la disponibilità dimostrata e per il contributo che hanno dato in questi anni: anche grazie al loro lavoro abbiamo raggiunto buoni risultati sia riguardo alla appropriatezza prescrittiva, sia riguardo al corretto utilizzo del ricovero in ospedale e alla presa in carico delle cronicità». Il risparmio complessivo ammonterà a 15 milioni di euro che verrà ottenuto per poco meno di un terzo da miglioramenti nella prescrizione di esami specialistici e, in gran parte, dal maggior ricorso ai farmaci generici; sul tema, le aziende sanitarie avvieranno campagne informative rivolte a pazienti e medici. L’appropriatezza nella prescrizione di farmaci ed esami specialistici costituisce dunque una parte rilevante dell’intesa e verrà messo a punto un sistema di monitoraggio sui risultati raggiunti. Si preannuncia inoltre l’apertura di un confronto sull’istituzione di un fondo regionale dedicato alla cronicità, che si aggiunge alle numerose iniziative già realizzate ! dalla Regione. Si ribadisce in tal modo l’opposizione al metodo dei tagli lineari e alle forti riduzioni del finanziamento del fondo sanitario nazionale. «Se continuiamo a vivere in un Paese che considera la spesa pubblica sanitaria un lusso, eccessiva e inefficiente, e che applica tagli lineari uguali tra chi ha fatto un percorso di miglioramento e chi non l’ha fatto, noi da soli non ce la faremo. – ha ribadito Lusenti – Bisogna intervenire contro le politiche economicistiche e regressive applicate alle politiche sanitarie almeno negli ultimi tre anni».

26 marzo 2013 – DoctorNews33

 

Emilia Romagna. Intesa Regione-Medicina generale: più appropriatezza e farmaci generici

Dal punto di vista economico con l’accordo si prevede un risparmio complessivo di 15 mln di euro da ottenere “senza intaccare la qualità dell’assistenza”. Le risorse arriveranno dal miglioramento dell’appropriatezza nelle prescrizioni e, in gran parte, dall’utilizzo nelle cure di farmaci generici. L’INTESA<

Articoli correlati

Back to top button