L’informatore cambia ma resta alto il valore della relazione con il medico

L’informatore cambia ma resta alto il valore della relazione con il medico

giovedì 20 marzo 2014

di Stefano Di Marzio
AboutPharma and Medical Devices

I primi temi emersi al convegno organizzato da AboutPharma su stato dell’arte e prospettive future dell’informazione scientifica del farmaco

La sostanza non è cambiata. Forma e destinatari sì. L’informazione scientifica del farmaco usa app e tablet, sfrutta web, social network e gaming, “apre” ai farmacisti e ai pazienti/consumatori (puntando sui brand aziendali, non sui prodotti, se si tratta di farmaci etici), curvando alle nuove necessità, organizzazione interna, skills individuali e strumenti contrattuali (sempre più di agenzia) della rete e della sales force (sempre più esternalizzata). Nel tumulto generale due cose restano immutate: l’oggetto della comunicazione (efficacia, sicurezza, tollerabilità, cost effectiveness del farmaco) e l’importanza della relazione umana tra isf e medico. Proprio questo continua a essere il fattore più gradito (67%) dai medici di medicina generale italiani, nel rapporto con l’industria farmaceutica. Lo rivela un sondaggio effettuato dalla Fimmg, il principale sindacato di categoria (30 mila i

Related posts