Patto salute, si riparla di ticket ma i mmg attendono le convenzioni

Patto salute, si riparla di ticket ma i mmg attendono le convenzioni

Cresce in Italia il numero dei pazienti che, disperati, finiscono nella rete dei ‘santoni’ della medicina che promettono cure miracolose contro il cancro. Si va dalle tisane al miscuglio di non meglio precisate erbe, dal bicarbonato al metodo Di Bella, fino al veleno dello scorpione: terapie costose e molto spesso dannose, oltre che inutili.

"Si calcola – anche se è molto difficile fare stime precise – che circa 1.000 italiani si sono avvicinati a questi rimedi, prescritti da finti medici o ex professionisti radiati e senza scrupoli che fanno del denaro il loro unico credo. Insensibili alla condizione di disperazione che vivono i malati di tumore".

A scattare la fotografia del fenomeno dei nuovi stregoni e delle false terapie spacciate per miracolose è Salvo Di Grazia, ginecologo dell’azienda sanitaria di Pieve di Soligo (Treviso), che ha aperto un sito: ‘Medbunker, le scomode verità’, dove, mostrando documenti e testimonianze, vengono di fatto smontate diverse cure alternative. Alcune molto bizzarre. E anche molto costose.

"In Italia non è mai stata fatta una stima in tal senso – spiega Di Grazia – parliamo comunque di un mercato milionario.

8 maggio 2013 – PharmaKronos

Related posts