Spesa farmaci, da Federfarma il consuntivo 2016 su convenzionata e dpc

Spesa farmaci, da Federfarma il consuntivo 2016 su convenzionata e dpc

La spesa farmaceutica convenzionata cala del 2,4%, la spesa per la dpc cresce dell’8,3%, resta praticamente stabile il valore medio della ricetta (-0,5%) al lordo di ticket e compartecipazioni, sintomo di genericazioni che non riescono più a tirare i prezzi verso il basso come accadeva un tempo.

Risultati immagini per spesa farmaci italiaQueste, in sintesi, le cifre principali della spesa territoriale 2016 così come emergono dal tradizionale consuntivo realizzato da Federfarma per stampa e associazioni territoriali. Pubblicato ieri sul portale Federfarma.it, il report conferma dinamiche già note e consolidate: nel 2016, in particolare, sono stati prodotti oltre 587 milioni di ricette Ssn, con le prescrizioni della convenzionata in calo dell’1,5% e quelle della dpc in aumento del 9,7%. In crescita, dell’1%, anche le confezioni di medicinali erogate a carico del Ssn, per una media procapite di 18,5 scatolette e un valore medio di 9,55 euro (9,43 nel 2015).

In crescita, infine, anche l’incidenza del farmaco equivalente sul totale delle confezioni erogate in regime di Ssn: nel 2016 oltre il 77% dei medicinali dispensati in convenzionata era un off patent, mentre in termini di spesa l’incidenza si è fermata al 56%. Dietro a tali medie, tuttavia, si celano valori regionali anche distanti tra loro: in Emilia Romagna gli equivalenti hanno sfiorato l’80% dei consumi, in Val d’Aosta si sono fermati poco sotto il 76%.

Federfarma – 03/05/2017

Notizie correlate: La spesa farmaceutica nel 2016 

I dati della spesa per l’anno 2016

Related posts