News

Spionaggio farmaceutico cinese in GSK USA

Tre scienziati negli Stati Uniti si sono dichiarati colpevoli di aver rubato segreti commerciali di Gsk a beneficio della casa farmaceutica cinese Renopharma.

Gsk, tutti gli spionaggi farmaceutici della Cina negli Usa

Tre scienziati negli Stati Uniti si sono dichiarati colpevoli di aver rubato segreti commerciali di Gsk a beneficio della casa farmaceutica cinese Renopharma.

Articolo di Giuseppe Gagliano – Start Magazin 5 gennaio 2022

Tutti gli spionaggi farmaceutici della Cina negli Stati Uniti. Ecco i dettagli.

Più volte è stato sottolineato il ruolo decisivo che l’Fbi – che, come si sa, dipende dal punto di vista giuridico dal dipartimento di Giustizia americano – ha svolto e svolge nel contrasto dello spionaggio straniero
presente negli Stati Uniti a danno delle aziende civili e militari americane.

Sotto questo profilo, lo spionaggio cinese ha raggiunto livelli altissimi di sofisticazione e soprattutto di capillarità, come dimostra la vicenda di cui si parlerà.

Un terzo ex-scienziato di GlaxoSmithKline (GSK) si è dichiarato colpevole di aver rubato segreti commerciali a beneficio dell’azienda farmaceutica cinese Renopharma, sostenuta da finanziamenti del regime cinese, secondo quanto dichiarato dal dipartimento di Giustizia americano.

Lucy Xi, 44 anni, ex residente a Malvern, Pennsylvania, è la terza persona a dichiararsi colpevole dello spionaggio che coinvolge tre coimputati, Yu Xue, Tao Li e Yan Mei, con cui Lucy Xi era sposata.

Secondo il dipartimento di Giustizia, Xi e i suoi co-imputati hanno creato Renopharma a Nanchino, in Cina, per ricercare e sviluppare farmaci antitumorali.

Tuttavia, i tre sono stati impiegati anche nello stabilimento del produttore britannico di farmaci GSK a Upper Merion, in Pennsylvania, dove hanno sviluppato prodotti biofarmaceutici.

I pubblici ministeri hanno detto di aver usato le loro posizioni presso la società per rubare segreti commerciali al loro datore di lavoro a beneficio di Renopharma, che ha ricevuto sostegno finanziario e sussidi dal regime cinese.

Secondo il dipartimento di Giustizia, nel 2015 Xi ha inviato a suo marito un documento GSK contenente dati e informazioni riservati e segreti commerciali, tra cui una sintesi della ricerca GSK sugli anticorpi monoclonali, proteine prodotte in laboratorio che imitano la capacità del sistema immunitario di combattere le infezioni, come i virus.

Notizie correlate: USA. Scienzati GSK accusati di aver rubato segreti della ricerca di farmaci sul cancro

GSK riassume l’informatrice sospettata in Cina delle accuse di corruzione

Novartis tiene alla larga i generici cinesi dal suo Gilenya contro la sclerosi multipla

 

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button