Vaccini, Aifa annuncia azione legale contro il Codacons. Codacons denuncia ministro Lorenzin e l’AIFA

Vaccini, Aifa annuncia azione legale contro il Codacons. Codacons denuncia ministro Lorenzin e l’AIFA

L’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) annuncia di avere dato mandato ai propri legali di agire nei confronti del Codacons “affinché sia difesa in ogni forma e in ogni sede la verità scientifica, la realtà dei dati, la qualità dell’operato svolto dall’Agenzia che ha nella tutela della salute dei cittadini il suo unico obiettivo”. Il Codacons questa mattina a Roma ha presentato alcuni dVaccini, Aifa annuncia azione legale contro il Codaconsati sulle segnalazioni di sospette reazioni avverse ai vaccini. Secondo l’associazione dei consumatori sono state 21.658 quelle registrate nel triennio 2014-2016.

“In Italia ogni anno i vaccini salvano milioni di vite – osserva Aifa – i vaccini hanno debellato malattie mortali, sono farmaci efficaci e sicuri che tutelano la salute. Sulla sicurezza dei vaccini, le affermazioni rilasciate oggi alla stampa dal presidente del Codacons, Carlo Rienzi, diffondono dubbi e incertezze che non trovano fondamento nella scienza e le attività di farmacovigilanza, nello specifico di vaccinovigilanza, svolte da Aifa attraverso il monitoraggio quotidiano confermano la verità scientifica”.

Replica il Codacons: “Chiunque a partire dall’Aifa dovesse ancora affermare che il Codacons è contro i vaccini sarà immediatamente querelato per diffamazione e per strumentalizzazione diretta a favorire le case farmaceutiche attraverso affermazioni false”.

Pubblicato il: 30/05/2017 – adnkronos

Notizie correlate: AIFA. Comunicato stampa 544. Vie legali contro Codacons

AIFA rende disponibile il Rapporto sorveglianza post-marketing dei vaccini 2014-2015

Vaccini, Codacons denuncia ministro Lorenzin e l’Aifa

(ANSA) – ROMA, 30 MAG – Il Codacons ha denunciato il ministro della Salute Lorenzin e l’Agenzia per il farmaco per abuso d’ufficio, omesso controllo e favoreggiamento delle case farmaceutiche interessate alla somministrazione dei vaccini, in relazione alla morte di cinque neonati. L’associazione contesta a Lorenzin di non aver informato in Cdm gli altri ministri al momento dell’approvazione del dl sui vaccini “di un documento dell’Aifa sulle reazioni avverse”.

Risultati immagini per codacons vacciniImmediata la reazione dell’Aifa: “Le affermazioni del presidente del Codacons Carlo Rienzi diffondono dubbi e incertezze che non trovano fondamento nella scienza, e l’attività di farmacovigilanza, e nello specifico di vaccinovigilanza, svolta dall’Agenzia conferma la verità scientifica attraverso un’attività quotidiana di monitoraggio”. L’Aifa quindi ha dato mandato ai propri legali “di difendere contro il Codancons, in ogni forma e in ogni sede, la verità scientifica, la realtà dei dati, la qualità dell’operato del lavoro svolto dall’Agenzia che ha nella tutela della salute dei cittadini il suo unico scopo e obiettivo”.

Il documento a cui ha fatto riferimento il Codacons nel corso di una conferenza stampa, è stato chiesto all’Agenzia del farmaco dal Pm di Torino nell’ambito di un’inchiesta avviata in seguito ad una denuncia della stessa associazione dei consumatori. Nel documento vengono riportati alcuni casi di reazioni avverse e decesso di 5 bambini in Italia avvenuti tra il 2014 e il 2016 e nelle sue conclusione l’Aifa scrive: ‘non esiste alcuna relazione causale tra l’esposizione ai vaccini e la sindrome dei morte improvvisa del lattante (Sids) e l’incidenza di quest’ultima è la stessa sia in presenza che in assenza di vaccinazione. Il fatto che una Sids si possa verificare a breve distanza dalla vaccinazione non implica quindi alcun rapporto di causa-effetto”.

In una nota l’Aifa ha ribadito che “in Italia, ogni anno, i vaccini salvano milioni di vite. I vaccini hanno debellato malattie mortali, sono farmaci efficaci e sicuri che tutelano la salute”.

Notizie correlate: Vaccini: Codacons, 5 decessi in triennio 2014-2016

«I vaccini non hanno mai ucciso». Il rapporto-verità dell’Aifa zittisce i “dietrologi”

Related posts

NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!