News

Al Senato si discute emendamento Castellone Pirro: ISF devono rientrare nelle categorie prioritarie

In quanto rientranti nelle categorie prioritarie poiché assimilabili al personale non sanitario operante a qualsiasi titolo nelle strutture del servizio sanitario.

Proposta di modifica n. 3.0.9 bis al DDL n. 2066

Castellone, Pirro

(Disposizioni urgenti in materia di somministrazione del vaccino per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2).

1. In ragione di un rischio di contagio più elevato a carico degli informatori scientifici del farmaco, specialisti di prodotto e tecnici che forniscono assistenza nell’installazione e manutenzione di dispositivi medici, di apparecchiature informatiche e diagnostiche utilizzate nell’ambito di interventi chirurgici o dell’attività pre e post operatoria, con apposito decreto da emanarsi entro il termine di 30 giorni dall’entrata in vigore della legge di conversione del presente decreto, il Ministro della salute provvede ad individuare tali categorie e ad inserirle nella Fase I del “Piano strategico nazionale dei vaccini per la prevenzione delle infezioni da SARS-CoV-2” in quanto rientranti nelle categorie prioritarie poiché assimilabili al personale non sanitario operante a qualsiasi titolo nelle strutture del servizio sanitario.».

 

La proposta riguarda la “Conversione in legge del decreto-legge 14 gennaio 2021, n. 2, recante ulteriori disposizioni urgenti in materia di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19 e di svolgimento delle elezioni per l’anno 2021”.

Notizie correlate: Emendamento Castellone Pirro. Ritirato anche il 3.0.9 bis al momento della votazione

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button