News

Il mercato farmaceutico cinese al secondo posto a livello mondiale dopo gli Stati Uniti

Secondo i dati recentemente raccolti dalla società di informazione sanitaria IQVIA, la Cina ha raggiunto la seconda posizione come il più grande mercato farmaceutico nazionale del mondo nel 2017, con un valore di 122.000 miliardi di dollari. E’ stato anche il più grande mercato emergente per la produzione farmaceutica con un incremento da 145.000 milioni a 175.000 milioni di euro previsto per il 2022.

Questa crescita è alimentata dalle caratteristiche della popolazione del paese, con una grande percentuale di classe media in rapido invecchiamento, che rappresenta una crescita significativa per le esigenze mediche.

“Lo sviluppo dell’industria farmaceutica in Cina è ancora in una fase iniziale a causa della bassa percentuale di spesa che il Paese destina del PIL  in questo settore”, ha commentato Mark Kong e Chris Gao, gli analisti DBS, in una nota pubblicata di recente . “Il progressivo invecchiamento della popolazione e la più alta percentuale di cittadini anziani oltre i 60 anni dà anche una grande opportunità di crescita perché questi fattori causano un aumento della domanda di farmaci nel paese.”

In questo senso e secondo gli esperti, non c’è ancora stata la crescita annua del mercato farmaceutico cinese, nel periodo 2013-2017, che è stato del 9,4 per cento.

Inoltre, confrontando questi dati con gli Stati Uniti, considerato il paese con il maggior consumo di farmaci in tutto il mondo, ha raggiunto una spesa di 466.000 milioni di dollari, e il Giappone ha speso 84.000 milioni.

Espansione farmaci generici

La Cina ha già l’ambizione di avviare l’esportazione dei farmaci generici in tutto il mondo. Nel 2017, un totale di 38 farmaci generici sviluppati nel Paese ha ottenuto l’approvazione da parte della FDA, rispetto a 22 approvazioni che si sono verificati durante l’anno precedente.

A causa di questa crescita, e come pianificato per l’industria “Made in China 2025” a Pechino, il presidente Xi Jinping, ha identificato il settore farmaceutico come area strategica da promuovere, puntando su innovazione, ricerca e sviluppo locale.

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button