News

Termoli. Truffa e corruzione, cinque indagati. Ci sono due ginecologi, uno ai domiciliari

Coinvolti anche tre rappresentanti di una società farmaceutica con sede fuori regione.
Termoli. Un ginecologo in servizio nel reparto del San Timoteo agli arresti domiciliari, un altro collega indagato nell’ambito della stessa inchiesta condotta dal Nas di Campobasso, che vede coinvolti anche tre rappresentanti di una società farmaceutica con sede fuori regione.

I militari del nucleo antisofisticazioni guidati dal comandante Antonio Forciniti hanno fatto visita nel pomeriggio di martedì 14 aprile nella divisione di Ostetricia e Ginecologia del presidio sanitario termolese per notificare i provvedimenti giudiziari a due medici: per il ginecologo Saverio Flocco sono scattati gli arresti domiciliari, ed è stato iscritto sul registro degli indagati nell’ambito della stessa inchiesta anche il collega Vincenzo Bifernino.

Le ipotesi di reato vanno a vario titolo dalla truffa alla corruzione al peculato. Complessivamente sono cinque gli indagati, tra i quali anche tre rappresentanti di una società farmaceutica con sede fuori regione.

Stando alle primissime informazioni, al centro degli accertamenti condotti dagli uomini del Nas ci sarebbero anche le visite ginecologiche private svolte in orario di lavoro all’interno dell’ospedale.

Pubblicato il 14/04/2015 – primonumero.it

Redazione Fedaiisf

Promuovere la coesione e l’unione di tutti gli associati per consentire una visione univoca ed omogenea dei problemi professionali inerenti l’attività di informatori scientifici del farmaco.

Articoli correlati

Back to top button